rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica Madonnina / Via Emilia Ovest

"Pronto ad attraversare il Secchia a nuoto per il primato di Modena"

L'iniziativa di Stefano Bellei, segretario cittadino della Lega Nord: "La storia, le statistiche demografiche, economiche e sociali imporrebbero di invertire l'ordine mettendo davanti Modena nel nome della nuova provincia"

"Io, Stefano Bellei, segretario cittadino della Lega Nord di Modena, annuncio che per difendere l’immagine della nostra città, restituirle la considerazione che merita e che le è stata negata sono disposto ad attraversare a nuoto il Secchia. I cittadini che si vorranno unire a me in questo gesto simbolico di amore per la nostra terra saranno i ben venuti". Non è dato a sapere quando il segretario cittadino del Carroccio imiterà Beppe Grillo non per lanciare una campagna elettorale, ma per ristabilire l'ordine corretto delle parole che andranno a costituire il nome della nuova provincia che sarà: prima Modena, poi Reggio Emilia.

"Secondo noi - ha argomentato l'esponente leghista -  la coerenza storica e culturale avrebbe imposto un coinvolgimento anche di Ferrara nel processo di creazione della Provincia Estense, che invece le oligarchie dominanti hanno voluto limitare a Modena e Reggio Emilia, forse nel timore che i modenesi fossero indotti a ricordare un po’ troppo le glorie del passato e a confrontarle con le miserie del presente".

In Regione sono stati presentati diversi emendamenti, ma l'ipotesi di avere la provincia di "Reggio Emilia e Modena", nonostante sia un mero contentino peri cugini reggiani, alla Lega Nord proprio non va giù: "Ovviamente anche noi siamo d’accordo con chi ha ritenuto questa scelta priva di senso e giustificazioni - ha sottolineato Bellei - Senza avere nulla contro Reggio e i suoi abitanti, riteniamo che non solo considerazioni storiche sul passato status di capitale di Modena, ma anche le fredde statistiche demografiche, economiche e sociali imporrebbero di invertire l’ordine mettendo davanti Modena. Anche in questo caso tuttavia pensiamo che la scelta non sia casuale. A Modena il potere della sinistra oligarchica e affaristica è sempre più traballante, minato da conflitti interni e da immobilismo amministrativo, per cui il Pd mette le mani avanti e assegna una visibilità preminente al territorio (Reggio) dove il proprio dominio appare, per ora, più solido.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pronto ad attraversare il Secchia a nuoto per il primato di Modena"

ModenaToday è in caricamento