rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Politica

Bilancio, Pighi avverte: "Per il prossimo anno situazione difficile"

Nel tradizionale incontro di fine anno con la stampa modenese, Pighi va a tutto campo: "Il prossimo anno verranno a mancare nelle casse dai 10 ai 13 milioni di euro". Primarie Pd: "Rinnovamento vero sulle idee, non sull'anagrafe"

La sicurezza scompare dall'agenda, forte preoccupazione per il bilancio 2013, speranze di miglioramento per il nuovo Psc, irritazione per come si sta svolgendo la campagna che sta portando alle primarie dei parlamentari Pd di Modena. Questo il Giorgio Pighi che stamattina ha affrontato le testate locali nell'ormai tradizionale incontro di fine anno tra sindaco e giornalisti organizzato dall'Associazione Stampa Modenese.

BILANCIO - Se il nodo criminalità non pare turbare più di tanto i sonni del primo cittadino (L'argomento non è stato toccato nell'arco di tutto l'incontro durato circa un'ora e mezza), a preoccupare è il bilancio che sarà: "Si profilano prospettive preoccupanti - ha annunciato - Per il 2013 ci saranno minori risorse per una cifra che varia tra i 10 e i 13 mln di euro". Pighi assicura di non volere mettere le mani nelle tasche dei cittadini: "Niente tasse, ma tagli sulla spesa - ha affermato - dovremmo fare delle scelte su spesa corrente e investimenti, scelte che si sommano a quanto già subito negli anni scorsi".

PSC - Altro nodo importante sarà il piano strutturale comunale che, dalla prima presentazione della bozza ad ottobre, ha subito profondi cambiamenti e giungerà alla prova del consiglio comunale ai primi di febbraio se non alla fine di gennaio: "Sono state fatte decine di incontri e altri ne faremo ancora - ha ricordato Pighi - Rispetto alla prima bozza ci saranno differenze significative, visti i diversi contributi giunti in corso d'opera, non è vero che tutto è già stato deciso". Nei giorni scorsi, Sel aveva espresso infatti perplessità sul documento presentato dall'assessore all'urbanistica Gabriele Giacobazzi: si tratta quindi di un calumet della pace offerto ai vendoliani?

PRIMARIE - Le primarie per i parlamentari Pd suscitano l'irriquietezza del sindaco. Rispondendo con un tono piccato, Pighi ha mostrato un sensibile fastidio per come si sta svolgendo questa competizione sotto le feste natalizie. Ribadendo di non essere interessato a competere ("Terminato il mandato da sindaco voglio mettermi al servizio della comunità come avvocato"), Pighi ha elogiato quanto mostrato dai parlamentari uscenti e ha auspicato un rinnovamento sincero basato su "idee e contenuti" e non tanto "sui certificati di nascita e l'anagrafe". Il sindaco chi voterà domenica 30 dicembre? "Pronunciarsi adesso quando non ci sono ancora nomi ufficiali sarebbe quanto mai prematuro", ha chiosato Pighi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio, Pighi avverte: "Per il prossimo anno situazione difficile"

ModenaToday è in caricamento