Bilancio: ecco la prima manovra finanziaria post Covid

Il Consiglio ha approvato il consuntivo 2019 e due variazioni con le quali si avvia il riequilibrio. Cavazza: “Conferma del sostegno agli investimenti”

Oltre due milioni di euro a sostegno degli investimenti per la riqualificazione delle strade del centro storico, la manutenzione delle piste ciclabili, la sicurezza degli edifici pubblici dove si svolgono attività lavorative.

Sono alcuni degli interventi che verranno finanziati con l’applicazione dell’avanzo messo a disposizione con l’approvazione del Consuntivo 2019 del Comune di Modena. Lo ha deciso il Consiglio comunale approvando nella seduta di giovedì 18 giugno sia il Rendiconto della gestione sia due Variazioni di bilancio (la 2 e la 3 per il 2020) che avviano il percorso di riequilibrio dei conti pubblici reso necessario dall’emergenza sanitaria.

Le tre delibere hanno ottenuto il voto della maggioranza (Pd, Sinistra per Modena, Verdi, Modena civica), mentre le opposizioni hanno votato contro al Rendiconto, si sono astenute sulla seconda Variazione e sulla terza hanno votato contro Movimento 5 Stelle, Fratelli d’Italia-Popolo della famiglia e Forza Italia, mentre si è astenuta Lega Modena.

Illustrando la manovra finanziaria, caratterizzata dai primi dati sulla riduzione delle entrate (oltre tre milioni in meno dalle rette scolastiche, più di due milioni dalle minori sanzioni dal Codice della strada, solo per fare due esempi) e dall’emergere dei nuovi bisogni dovuti alla situazione Covid-19, l’assessore al Bilancio Gianpietro Cavazza ha sottolineato che si tratta solo “di un primo intervento e che si sta già predisponendo un’ulteriore variazione per il mese di luglio; nel frattempo abbiamo proceduto con l’abbattimento della Tosap al 50 per cento e l’azzeramento per gli ampliamenti dei dehors e ora stiamo verificando la possibilità di intervenire anche sui canoni degli immobili comunali (sia per l’associazionismo sia per il commerciale) e stiamo premendo sul Governo per ottenere la possibilità di ridurre la Tari, con un ristorno per i Comuni”.

Rispetto alla strategia delineate con l’approvazione del bilancio, Cavazza ha confermato che “rimane e si rafforza la scelta di fondo dell’Amministrazione comunale di sostenere gli investimenti, in particolari quelli per la manutenzione e la rigenerazione della città, per contribuire direttamente alla ripartenza dell’economia e alla ripresa dell’occupazione”.

Il Consuntivo si è chiuso con un avanzo disponibile di quattro milioni e 360 mila euro grazie a una riduzione degli accantonamenti del fondo crediti di dubbia esigibilità rispetto ai residui attivi, pur mantenuti a un livello superiore dei minimi di legge, per consentire di liberare risorse utili a far fronte agli squilibri di bilancio dovuti al Covid-19. Una quota dell’avanzo, quindi, verrà utilizzata a parziale copertura di minori entrate non compensate dai ristori statali, mentre con oltre due milioni di euro sarà possibile attivare una serie di investimenti previsti con la Variazione numero 3.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Consiglio ha anche approvato la Variazione numero 2, ratificando la decisione già assunta dalla Giunta, mettendo a disposizione risorse per 360 mila euro in conto capitale: finanziamenti per circa 150 mila euro dalla Protezione civile per gli interventi agli edifici comunali che hanno subito danni della grandinata del giugno 2019 e un contributo di 210 mila euro del ministero degli Interni per investimenti sull’efficientamento energetico di due impianti sportivi e di una scuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Piano antismog, dal gennaio 2021 blocco per diesel Euro 4 (ed Euro 5)

  • Vento forte, caduti diversi alberi. Danni in tutta la provincia

  • Altri due studenti positivi, classi in isolamento a Modena e Carpi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento