rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Politica Caduti in Guerra / Via dei Gallucci

Degrado, pochissime multe grazie all'ordinanza anti-alcol

Nel periodo di ordinanza "anti-alcool" luglio-ottobre 2011, le sanzioni comminate in centro Storico in tutto sono state 10 per un importo totale di 2500 euro e una soltanto da 250 euro nella zona R-Nord/PArco XXII aprile

Le tipiche zone modenesi del degrado hanno un fattore di pericolosità "alcolica" pari a quella di una sagra parrocchiale. Lo si potrebbe dedurre dalla lettura dell'accesso atti fatto dal capogruppo in consiglio comunale di Lega Moderna Nicola Rossi: l'ex esponente leghista, infatti, ha interrogato il comandante della Polizia Municipale Franco Chiari sul numero di "contravvenzioni comminate e relativi importi totali" dall'entrata in vigore ad oggi delle cosiddette "ordinanze antialcol" emesse la scorsa estate per il centro storico e per la zona che va dall'R-Nord al parco XXII aprile. Ebbene, il risultato è quanto mai degno di stupore: nel periodo oggetto di analisi, le sanzioni inflitte in centro sono state in tutto dieci per un totale di 2500 euro e una soltanto nei pressi dell'Hotel Eroina per 250 euro. Numeri, questi, tutto sommato in linea con quelli presentati lo scorso novembre dall'assessore Antonino Marino in risposta al pidiellino Sandro Bellei sullo stesso argomento. "Allora il problema non esiste - ha commentato ironicamente Nicola Rossi - ci siamo sbagliati. E si è sbagliato il Sindaco ad emettere una ordinanza inutile visti i risultati". Questi dati, secondo l'esponente modernista, rendono manifesta "la mancanza di volontà da parte dell'amministrazione comunale di voler applicare le norme vigenti in materia di somministrazione di bevande alcoliche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado, pochissime multe grazie all'ordinanza anti-alcol

ModenaToday è in caricamento