Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Decreto. Bonaccini: "Ambiguità, ma non impedisce di andare a lavorare"

La Regione alle prese con lo studio del testo, per il quale è mancato il confronto che lo stesso Presidente aveva auspicato ieri sera. Questa la prima interpretazione fornita da Bonaccini

Ribadisco la necessità di unità nel Paese per affrontare tutti insieme l'attuale emergenza. Per questo serve piena collaborazione tra tutte le istituzioni e noi, come sempre, siamo qui per questo.

"Il testo del Dpcm emanato nella notte dal Governo contiene alcune ambiguità che hanno creato incertezze fra cittadini, imprese e lavoratori e il nostro compito è dare risposte". Questa la prima reazione del Presidente della Regione Stefano Bonaccini di fronte al documento emanato nottetempo dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il governatore ribadisce anche la necessità di unità nel Paese per affrontare "tutti insieme" l'attuale emergenza: "Per questo serve piena collaborazione tra tutte le istituzioni e noi, come sempre, siamo qui per questo".

Il testo, per il quale Bonaccini aveva chiesto un confronto e una modifica che però non ci sono stati , presenta come di tutta evidenza dubbi interpretativi e confini talvolta troppo labili tra il consentito e il proibito: "Detto che la salute viene prima di ogni cosa, è necessario e urgente fare chiarezza, a partire dal tema del lavoro e della conseguente mobilità delle persone e delle merci. Il Governo ha già assunto i provvedimenti utili e necessari per favorire lo smart working ed il lavoro a distanza ove questo sia possibile, così come ci sono certamente limitazioni di giorni e orari per talune attività. Ma non c'è nel decreto, a nostro avviso, né una previsione del fermo produttivo, né un blocco dell'attività commerciale e dei servizi che impediscano la possibilità di andare a lavorare e di movimentare merci".

La lettura in questo senso pare dunque chiara: limitare gli spostamenti alle sole necessità lavorative o di urgenza impellente e al contempo rinunciare a muoversi nel proprio tempo libero.

"Per fare chiarezza su questi aspetti, già da questa notte siamo in contatto con i rappresentanti del Governo e i vertici della Protezione civile nazionale per dirimere le questioni più urgenti e dare certezze e risposte nelle prossime ore. Augurandoci che stavolta il confronto possa essere reale ed efficace, noi siamo impegnati a fare la nostra parte fino in fondo", chiosa Bonaccini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto. Bonaccini: "Ambiguità, ma non impedisce di andare a lavorare"

ModenaToday è in caricamento