rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica San Felice sul Panaro

Bonaccini nella Bassa, Regione sarà parte civile nei processi per mafia

Il Presidente a San Felice per una simbolica riunione della Giunta Regionale nel cratere parla anche di 'ndrangheta. Proposta di essere parte civile anche ai Comuni: "Lo faremo ovunque ci sarà un danno materiale o di immagine"

La giunta della Regione Emilia-Romagna si costituirà parte civile in tutti i processi contro il radicamento e le infiltrazioni della criminalità organizzata nel territorio. Lo annuncia il governatore Stefano Bonaccini, al termine della riunione della sua giunta convocata oggi al Comune di San Felice sul Panaro, nel cratere del sisma 2012.

Alla luce dell'inchiesta della Dda contro la 'Ndrangheta al nord e in Emilia in particolare, allora, Bonaccini rilancia e chiede ai sindaci della cinquantina dei Comuni coinvolti nella zona del sisma di fare lo stesso: "Come Regione ci costituiremo parte civile nei processi futuri, e proporrò al coordinamento dei sindaci del territorio di farlo congiuntamente, ovunque si possa registrare - rimarca il presidente della Regione - un danno sia materiale sia di immagine per le nostre Istituzioni". (DIRE)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonaccini nella Bassa, Regione sarà parte civile nei processi per mafia

ModenaToday è in caricamento