rotate-mobile
Politica

Coronavirus, Bonaccini: "Tutti rispettino le regole, sennò rischiamo di non uscirne"

L'appello del Presidente della Regione questa mattina in onda su Rai 3

"E' importante adesso che si rispettino le regole, anche rigide, che sono state introdotte. Se necessario se ne metta anche qualcuna in più. Ma adesso noi abbiamo una rete sanitaria che è sotto stress e più di così non possiamo chiedere ai nostri medici, agli infermieri, agli operatori sanitari, ai medici di famiglia. Occorre che tutti i cittadini rispettino le norme e i comportamenti che innanzitutto la comunità scientifica sta indicando. E bisogna che si rispettino, altrimenti noi rischiamo di non uscirne". 

Lo ha detto oggi  il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, intervenendo alla trasmissione "In mezz'ora in più" su Rai 3.

"Io sono certo che tra un po' migliorerà la situazione e tra un po' potremo vedere la luce in fondo al tunnel. Ma adesso serve davvero un comportamento rispettoso da parte di tutti", ha aggiunto Bonaccini, che non ha nascosto: "I prossimi giorni saranno i più difficili perchè sta continuando ad aumentare il numero dei contagiati e purtroppo dei decessi. Aumentano in Emilia Romagna e stanno aumentando nel Paese e credo che aumenterà e che si potrà vedere soltanto tra un po' se le misure restrittive messe in campo produrranno significativi rallentamenti e riduzione di quei numeri". 

Il governatore ha poi anche provato ad abbozzare un discorso che vada oltre il momento contingente: "In prospettiva, una volta che sarà superata questa drammatica emergenza, occorrerà fare una riflessione sulla sanità e in particolare sulla sanità pubblica, su bisogno di garantire a tutti le cure". 

(DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Bonaccini: "Tutti rispettino le regole, sennò rischiamo di non uscirne"

ModenaToday è in caricamento