Guerzoni (Pd): “Salvare l’unica bottega del quartiere Sant’Anna”

I proprietari vogliono vendere l’immobile e, siccome non si è trovato un accordo con i gestori, l’unico negozio della zona di via Sant’Anna rischia di chiudere, lasciando senza punti di riferimento soprattutto gli anziani che vivono nelle vicinanze

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

In Via Sant'Anna, a Modena, presso il civico 163, c'è da oltre 30 anni un esercizio commerciale. Le sue funzioni di vendita, alimentari e non, sono da sempre l'unico punto di servizio per i residenti del quartiere e di tutta la zona che si sviluppa dal cavalcavia Cialdini a via Capitani. Nel 2013 però il negozio rischia di trasferirsi o di cessare la sua attività poiché i proprietari dell'immobile hanno deciso di vendere e non è stato trovato alcun accordo con i commercianti titolari dell'attività.

Su questa particolare situazione, il consigliere comunale del Pd Giulio Guerzoni ha depositato in Consiglio Comunale una interrogazione per chiedere all'Amministrazione un impegno per non lasciare senza servizi l'area di via Sant'Anna. "Fermo restando che siamo nell'ambito di una transazione tra privati - dichiara Guerzoni - il Comune di Modena può convocare le parti interessate per trovare una soluzione che non privi il quartiere dell'unico negozio/tabaccheria presente? In caso contrario, è possibile un'altra soluzione commerciale nei dintorni, seguendo le indicazioni urbanistiche del PSC? La bottega di Sant'Anna è attiva da oltre 30 anni ed è un punto di riferimento, soprattutto per gli anziani. Sarebbe un problema per questa zona di periferia perderlo".   

Torna su
ModenaToday è in caricamento