rotate-mobile
Politica

Botti di capodanno, le associazioni animaliste scrivono al sindaco

I gruppi animalisti modenesi chiedono a Muzzarelli di bandire i fuochi artificiali, non solo per la notte del 31 dicembre (e limitrofe), ma per tutto l'anno...

Si riapre come ogni anno la diatriba sugli spettacoli pirotecnici della notte del 31 dicembre, che vede un folto partito contrario, a sostegno degli animali domestici terrorizzati dal fragore dei botti. Quest'anno diverse sigle modenesi hanno deciso di indirizzare una lettera aperta al Sindaco Giancarlo Muzzarelli, chiedendo un impegno davvero serio che va ben oltre il capodanno.

“Esiste un oggettivo pericolo anche per gli artifici dei quali è ammessa la vendita al pubblico, trattandosi pur sempre di materiali esplodenti che, in quanto tali, sono potenzialmente in grado di provocare danni fisici anche di rilevante entità sia a chi li maneggia, sia a chi venisse colpito in maniera fortuita – scrivono le associazioni - Serie conseguenze negative sono determinate anche a carico degli animali domestici nonché della fauna selvatica, in quanto il fragore dei botti, oltre ad ingenerare in loro un’evidente reazione di spavento, li porta a perdere l’orientamento, esponendoli al rischio di smarrimento e/o investimento”.

Le associazioni - Animalisti Italiani Modena, Associazione cittadini per il Parco Ferrari, Azione Animalista Modena, Animanimale, Centro Soccorso Animali, Consulta Ambiente Comune di Modena, Legambiente Modena Circolo Vassallo, Lega Anti Vivisezione Modena, Lega Abolizione Caccia Modena, OIPA Modena, WWF Modena – fanno poi riferimento all'ordinanza emessa nel periodo natalizio 2014, chiedendo non solo una riproposizione, ma anche una proroga.

“Le chiediamo, allo scopo di conseguire una più efficace azione preventiva, di estendere il divieto a tutto l’anno – suggeriscono gli animalisti a Muzzarelli – Le chiediamo inoltre, nella sua veste di Presidente della Provincia, di invitare i 47 Sindaci del Distretto ad emanare la stessa ordinanza per motivi di tutela delle persone e degli animali”.

Una richiesta non certo banale, che tuttavia appare gravosa per l'Amministrazione. Rinunciare a qualsiasi occasione di spettacolo pirotecnico? Compreso quello delle sagre o delle frequentatissime Feste de L'Unità di tutta la provincia? Difficile vedere la richiesta esaudita...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti di capodanno, le associazioni animaliste scrivono al sindaco

ModenaToday è in caricamento