menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Buco da centinaia di migliaia di euro per le Piscine Pergolesi", la Lega lancia l'allarme

Un'interrogazione in Consiglio Comunale a firma Luigia Santoro solleva la questione di un presunto ammanco molto importante per la gestione dell'impianto sportivo di via Divisione Acqui dal 2016 ad oggi. "Il costo rischia di ricadere sui cittadini"

"A seguito di una verifica abbiamo difatti scoperto che la società che dal 2013 ha avuto in concessione la realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria e la gestione della piscina comunale Pergolesi per la durata di dodici anni, non avrebbe saldato i canoni degli ultimi tre anni per un ammontare di quasi 450.000 euro. Nonostante il mancato rispetto degli impegni contrattuali, il piano di rateizzo concesso dal Comune e i diversi solleciti scritti, a quanto risulta la società in questione avrebbe tuttora la gestione dell’impianto".

E' la denuncia che arriva dalla Lega Nord di Modena, in particolare dalla consigliera neo-leghista Luigia Santoro, che ha presentato un'interrogazione in Consiglio Comunale per fare luce sulla vicenda, che rappresenterebbe se confermata un problema sia per le casse pubbliche che per la continuità stessa dell'attività all'interno di uno degli impianti sportivi più importanti della città.

Si legge nell'interrogazione: "La Pergolesi Sport S.S.D. a r.l. si è resa gravemente inadempiente nell'assolvimento degli obblighi contrattuali, dato che a giugno di quest'anno risultava essere morosa nei confronti del Comune per l'importo di ben € 486.174,77 e nel settembre del 2018 risulta aver versato la  somma di € 40.000,00, peraltro a parziale copertura del debito relativo all'anno 2015. Vani sono risultati i numerosi solleciti scritti di pagamento inviati a mezzo raccomandata a partire dall'anno del 2015 e la Pergolesi Sport S.S.D. a r.l. risulterebbe, quanto meno in base ai dati avuti dalla scrivente nel novembre 2018 a seguito di richiesta di accesso agli atti, essere totalmente inadempiente per le annualità relative agli anni 2016, 2017, oltre che per il primo semestre del 2018. RIrileva infine che la non ha rispettato neppure il piano di rateizzo concordato nel 2016 con la dirigente responsabile del Settore Cultura, Sport e Politiche Giovanili del Comune di Modena".

La Pergolesi Sport è società interamente controllata dalla C.S.I. Servizi S.S.D. a r.l. (Centro Sportivo Italiano) di Modena e nel 2013 aveva vinto il bando per la gestione della piscina di via Divisione acqui per un periodo di 12 anni. Tra i fatti non secondari evidenziati nell’interrogazione del Carroccio vi sono "le modalità quanto meno dubbie" con cui venne vinto il bando pubblico". Luigia Santoro specifica: "Benché una concorrente A.T.I. facente capo ad altra società dilettantistica di rilievo regionale e all’apparenza patrimonialmente più solida avesse offerto un canone più alto, la gestione della piscina venne data – in base al punteggio calcolato sull’ “offerta tecnica” giudicata più “vantaggiosa” dalla commissione aggiudicatrice - all’attuale concessionaria, con le conseguenze attuali".    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento