rotate-mobile
Politica

Pd Modena, Lucia Bursi tenta il rilancio in vista dell'Assemblea

Feste burrascose per il Partito Democratico, con il segretario Bursi che lavora in vista dell'Assemblea provinciale di gennaio 2016, dopo l'azzeramento della segreteria e le tensioni correntizie

"Io per natura mi metto in discussione tutti i giorni, ma il mio compito è andare in assemblea. Mi rimettero' al suo orientamento, non faccio un passo indietro prima. Non sono legata alla poltrona, ma all'assemblea. Ho fatto errori? Come tutti". Il segretario provinciale del Pd di Modena, Lucia Bursi, prova ad uscire cosi' dal cul-de-sac dove è finito il partito a partire dalla turbolenta direzione del 30 novembre. Dopo aver azzerato la segreteria provinciale alla luce del blitz in direzione di Matteo Richetti e dei suoi, ma non solo, a suon di ordini del giorno "non condivisi", Bursi passa la palla all'assemblea provinciale che a gennaio dovrà fare il punto sul lavoro degli ultimi due anni, dice, e cercare un rilancio del partito.

L'assemblea non è ancora convocata ma si terrà "il prima possibile" dopo le festività, assicura oggi pomeriggio il segretario in conferenza stampa nella sede di via Rainusso. Una volta consumata la nuova riunione plenaria, quindi, si procederà via via alle nuove nomine di segreteria e alla sostituzione di Giovanni Taurasi, presidente dimissionario della direzione. 

Ma prima, appunto, incombe l'assemblea. Costituita sulla base degli equilibri del congresso di due anni fa dal quale Bursi uscì vittoriosa per un soffio contro lo sfidante Giuseppe Schena, l'organismo ha risentito nel frattempo dei vari 'assestamenti' di corrente a cascata dal nazionale. Tradotto: Bursi, che ormai sembra gradita davvero soltanto alla corrente interna di sinistra, fin qui tutto sommato influente nelle nomine di vertice, i voti se li dovrà riconquistare.

(DIRE)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd Modena, Lucia Bursi tenta il rilancio in vista dell'Assemblea

ModenaToday è in caricamento