menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camorra nel Pdl, Bettamio: "Tessere sospette, perché Bertolini non ha verificato?"

Il vicecoordinatore regionale Pdl: "Da statuto avrebbe dovuto verificare e rifiutare le iscrizioni: perché non lo ha fatto?". Bertolini: "Ma cosa cavolo sta dicendo Bettamio?"

"Lo Statuto dà proprio al coordinatore provinciale la possibilità di verificare e rifiutare le iscrizioni. Perché non l'ha fatto direttamente lei?". Questo l'interrogativo sollevato dal vicecoordinatore regionale Pdl Giampaolo Bettamio in merito alle tessere sospette raccolte in provincia di Modena in vista del congresso provinciale. Il Senatore ha gettato acqua sul fuoco minimizzando quanto riportato dalla vicepresidente dei deputati Pdl: "Tutto è sotto controllo a Modena - ha affermato- Isabella Bertolini avrebbe potuto risparmiarsi questa eccezione formale. Ora, la cosa è all'esame degli organi nazionali, ma tutti gli iscritti vengono verificati".

RISPOSTA - Esterrefatta la diretta interessata: "Mache cavolo dice il Senatore Bettamio? - ha replicato la Bertolini - Ma davvero non si vergogna per le cose che afferma? Ho segnalato da tempo un'evidente anomalia a Modena sul tesseramento. L'unica cosa che hanno fatto lui e il Coordinatore regionale Berselli è stata quella di mettere la testa sotto la sabbia e di insultarmi perché ho denunciato che le cose devono essere verificate e chiarite. "Ora che è anche uscita la notizia sulla stampa che tra gli iscritti c'é un amico dei clan - ha detto - perché non prova a dire che certa gente non deve stare nel partito? Oppure a lui va bene anche questo e farà finta di niente come al solito? Fino a quando nel partito ci saranno Coordinatori come Bettamio, il Pdl è destinato a perdere credibilità e soprattutto consensi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia. A Modena circolazione sospesa lungo il percorso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento