rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Carenza di personale e soccorso a rischio, i Vigili del Fuoco: “Ci scusiamo in anticipo”

Modena e Carpi subiranno un ulteriore calo dell'organico, per dare fiato all'attuale personale che ha raggiunto addirittura 1600 turni di ferie arretrate, dovuto alla quasi totale riduzione del richiamo dei "discontinui". Una sola squadra operativa nel capoluogo, solo 5 unità a Carpi

Un allarme rosso che era già stato preannunciato da fonti sindacali e che rappresenta un altro duro colpo al sistema di soccorso locale. I Vigili del Fuoco del Comando di Modena vivono una situazione che si potrebbe definire tragica sotto il profilo dell'organico (ma anche le risorse e i mezzi non vanno meglio) e in questi giorni il personale è destinato a calare ulteriormente. Lo rende noto ancora una volta il Conapo, sindacato autonomo dei pompieri, che denuncia il tema delle ferie arretrate, che negli ultimi due anni è salita a ben 1.600 turni arretrati.

“La cronica mancanza d’organico di vigili permanenti e la riduzione del 90% dei fondi disponibili per i richiami dei vigili discontinui ( personale operativo richiamato a tempo determinato) hanno portato a ridurre l’organico in servizio sia per la Centrale di Modena, che si ritroverà con una sola squadra completa sia per il Distaccamento di Carpi, che da 7 unità scenderà spesso a 5 – fa sapere il Conapo, commentanto amaramente -  in questo modo però è giusto che tutti sappiano che le tempistiche di intervento potrebbero allungarsi pericolosamente”. 

In particolare, pare che a Modena diventerà molto complicato gestire anche solo due interventi urgenti contemporaneamente. A Carpi poi la situazione sarebbe ancora più grave poiché con sole cinque unità in servizio non potrà più essere garantita la copertura dell’autoscala e dell’autobotte presenti sul territorio carpigiano, che oltretutto venivano impiegate come mezzi d’appoggio anche per il Distaccamento di San Felice e per interventi richiesti dai Comandi e Distaccamenti limitrofi.

Le previsioni  del sindacatoper il futuro non sono affatto ottimistiche, poiché con i prossimi pensionamenti la situazione è destinata a peggiorare ancora. La chiosa suona come una resa incondizionata: “Chiediamo scusa in anticipo a tutti i cittadini di Modena e Carpi a cui d’ora in poi potremmo non riuscire ad offrire un soccorso adeguato e soprattutto celere. Con estremo rammarico prendiamo atto che la vostra e la nostra sicurezza non è certamente tra le priorità di chi ci governa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di personale e soccorso a rischio, i Vigili del Fuoco: “Ci scusiamo in anticipo”

ModenaToday è in caricamento