Case immerse fra le ceramiche, una centralina per monitorare l'aria

Il dispositivo mobile dovrà determinare se le vie Ruini e don Zini, a Fiorano, sono o meno adatte ad ospitare abitazioni. Successo per il comitato dei residenti, che da tempo chiedono interventi all'Amministrazione

L'espansione del distretto ceramico sassolese ha comportato nei decenni forti stravolgimenti urbani: lo sanno bene i cittadini di Fiorano che abitano in via Ruini e via Don Zini, due strade laterali di via Ghiarola Nuova. Quella manciata di abitazioni ha visto crescere intorno a sè nuovi insediamenti industriali, finendo per venire di fatto inghiottita in un territorio produttivo, con tutti i disagi che ne conseguono.

Più recentemente si è costituito anche un Comitato di residenti, che ha fatto pressione sulle Amministrazioni fioranesi nel disperato tentativo di ottenere condizioni di vita migliori. Il dialogo ha portato a diversi incontri e proprio oggi il Comune di Fiorano ha dato notizia di una nuova iniziativa, maturata durante un vertice che ha coinvolto anche l’azienda Usl, Arpa, Emilceramica e il Comitato stesso.

"Si è deciso di monitorare la qualità dell’aria nelle due strade – ha spiegato l'Amministrazione – installando una stazione mobile, la quale dovrà confermare se la zona non è consona alla residenza, come indicato negli strumenti di pianificazione urbanistica, oppure se nel frattempo si sono registrati cambiamenti, anche sul fronte degli odori, dopo l’installazione da parte di Emilceramica  di filtri a carboni attivi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta quantomeno di una prima risposta, che potrà dare indicazioni interessanti almeno sotto il profilo dell'inquinamento. La prossimità agli stabilimenti è infatti fonte di grave disagio per i residenti non solo in termine di cattivi odori e di aria pesante, ma anche di un forte traffico di automezzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro sulla Tangenziale di Vignola, deceduta una automobilista

  • "I caporali fuori dalla Coop", protesta davanti al supermercato di Formigine

  • Coop Alleanza 3.0, la Cgil conferma lo stato di agitazione dopo le denunce dei dipendenti

  • Apre il Drive-in di Maranello, domani la prima proiezione

  • Si presenta al Pronto Soccorso dopo una lite, ma porta con sè la cocaina. Arrestato

  • Precipita nel vuoto durante un'escursione, muore un 63enne modenese

Torna su
ModenaToday è in caricamento