Domenica, 26 Settembre 2021
Politica Spilamberto

Sversamenti Far Pro nel Panaro, apposto un "cippo" provocatorio

La consigliera Sabina Piccinini promotrice del gesto simbolico per richiamare l'attenzione sullo scarico della ditta spilambertese, già al centro di polemiche e controversie

Un cippo è stato deposto presso lo scarico in Fiume delle ditta “Far Pro” di Spilamberto in "memoria del fallimento delle politiche per l’ambiente della Regione, da nove anni ormai prescrive la chiusura dello scarico senza ottenere alcun risultato". L'iniziativa è stata ancora una volta di Sabina Piccinini, consigliera comunale di San Cesario e ambientalista. 

"Anni di promesse, di tavoli tecnici inutili, di sperimentazioni fallite, con la fognatura comunale realizzata e disponibile da luglio 2015 e la ditta intenzionata a mettersi a norma assumendosi i costi dell'allacciamento: nessun risultato raggiunto perché nessuno riesce a capire se il depuratore di Spilamberto possa reggere lo scarico.  Regione ed Arpae si sottraggono al confronto e ormai da tempo non rispondono più alle nostre richieste, non solo sul problema dello scarico in Fiume, ma anche su quello dell’enorme prelievo d’acqua di falda (600 milioni di litri d’acqua all’anno) autorizzato senza alcuna richiesta di riciclo e nonostante una concessione scaduta da sei anni", attacca Piccinini. 

"Il riciclo delle acque industriali avrebbe conseguenze importanti sul problema dello scarico in Fiume che andrebbe a ridursi considerevolmente, così da poterlo allacciare al sistema fognario senza alterare il regolare funzionamento del depuratore di Spilamberto", sostiene l'attivista di San Cesario, che negli anni passati ha anche commissionato analisi chimiche dell'acqua in corrispondenza dello sversamento.

"La neghittosa azione politica della Regione e dei due Comuni che si affacciano sulle sponde del Panaro, anche per quest’anno ci ha lasciato il triste spettacolo della schiuma bianca che galleggia e ristagna in un fetore insopportabile, nel letto di un Fiume irriconoscibile, abbandonato ad un un degrado che mai potremmo accettare come fosse un fatto normale", conclude Piccinini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sversamenti Far Pro nel Panaro, apposto un "cippo" provocatorio

ModenaToday è in caricamento