menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero, la Cisl fuori dal coro: "Sbagliato, servono proposte"

​Ballotta, segretario provinciale del sindacato Cisl critica nuovamente la scelta di proclamare lo sciopero generale, presa dagli altri due sindacati confederati: "Per il paese serve un patto sociale come quello firmato qui a Modena"

A Modena la Cisl bacchetta Cgil e Uil, scese in piazza oggi per lo sciopero generale. "Noi abbiamo scelto altri strumenti perchè crediamo che per uscire dalla crisi non serva fermare il Paese per un giorno. Occorre invece una mobilitazione continua sulle proposte, ed e' quello che stiamo facendo", commenta William Ballotta, segretario provinciale Cisl. Ballotta in una nota dice di voler rispettare le altre organizzazioni sindacali, e ricorda che la Cisl ha scioperato il primo dicembre scorso per il rinnovo dei contratti nazionali del pubblico impiego, scaduti da sei anni.

E "a Milano, il 4 dicembre, c'erano anche 250 cislini modenesi tra i 5 mila lavoratori, giovani, studenti, immigrati e pensionati intervenuti all'iniziativa con il nostro segretario nazionale Annamaria Furlan: "Siamo andati in piazza- ricorda il segretario Cisl modenese- per chiedere lotta alla precarietà dei giovani, tutela dei redditi dei lavoratori e dei pensionati, sblocco dei contratti del pubblico impiego, estensione del bonus di 80 euro anche ai pensionati". In sostanza, conclude Ballotta, "vogliamo un patto sociale per il Paese sul modello del patto per la crescita firmato a Modena il 29 ottobre scorso" col sindaco Gian Carlo Muzzarelli. (DIRE)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Modena tra le big mondiali del buon cibo. Al 3° posto di Viator

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento