rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Cispadana, la società si difende: “Mai promesso incarichi”

Nota della ARC Spa, che giustifica l'avviso di garanzia al proprio presidente Graziano Pattuzzi come finalizzato ad acquisire documentazione. "Mai promesso né affidato alcun incarico per la direzione dei lavori all'ingegnere Stefano Perotti"

All'indomani dell'esplosione dell'inchiesta sulla corruzione nelle Grandi Opere italiane, la società ARC Spa che gestisce l'eterna Autostrada Regionale Cispadana replica con una nota alle accuse mosse dalla stampa al proprio Presidente. Graziano Pattuzzi, passato dalla politica al “privato”, risulta infatti indagato al pari dell'ex Assessore Regionale Alfredo Peri.

“Non è stato mai e in nessuna occasione promesso né affidato alcun incarico per la direzione dei lavori di Autostrada Regionale Cispadana all’ingegnere Stefano Perotti e alla sua società Spm”, si legge nella nota della società. L’avviso di garanzia, precisa ARC Spa, “è finalizzato all’acquisizione di documenti che sono stati prontamente forniti. D’altronde – viene sottolineato – ARC Spa ha scelto la trasparenza di ogni atto tra i fondamenti della propria missione aziendale”.

“La magistratura porti fino in fondo e celermente le proprie indagini – conclude ARC Spa – La Società e il presidente Graziano Pattuzzi assicurano, come sempre, massima collaborazione e rispetto per il lavoro dei magistrati”.

Un clima di fiducia che viene espresso anche in Regione, dove l'Assessore ai Trasporti Raffaele Donini rilancia il “convincimento che Alfredo Peri, Miro Fiammenghi, ex consigliere regionale, e Graziano Patuzzi possano dimostrare la loro estraneità dalle accuse contestategli e l’assoluta correttezza dei comportamenti tenuti nello svolgimento dei loro incarichi”.

“Per quanto riguarda l’Autostrada Cispadana, quest’amministrazione regionale si è impegnata fin dal suo insediamento, nel gennaio scorso, a richiedere la conclusione della procedura di VIA e il passaggio della concessione allo Stato – ricorda Donini –  Così come definito nel Programma di Mandato, consideriamo la Cispadana un’opera strategica, sia per il valore trasportistico che per dare maggiore competitività a un territorio in cui sono insediate migliaia di imprese e di lavoratori.  Confermiamo il nostro impegno – conclude l’assessore – e la nostra determinazione a seguire le procedure per la sua realizzazione, nel rispetto della massima trasparenza e legalità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cispadana, la società si difende: “Mai promesso incarichi”

ModenaToday è in caricamento