rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Politica

Integrazione, 179 bambini stranieri "cittadini onorari" di Modena

Hanno 10 anni, studiano nelle scuole modenesi e hanno ricevuto la cittadinanza onoraria. Il sindaco Muzzarelli: "Un gesto di accoglienza e fiducia nel futuro"

I loro nomi sono Erbo, Shuang, Gyama, Binty, Omaima, Musa, Evgeniy, Maryam. Le loro famiglie vengono da 25 Paesi diversi sparsi in tutti i continenti ma loro sono nati in Italia dieci anni fa e studiano nelle scuole di Modena. sono i 179 ragazzini e ragazzine che oggi, sabato 19 novembre, almeno simbolicamente, sono diventati modenesi a tutti gli effetti con l’attribuzione della cittadinanza onoraria.

La cerimonia si è volta al Forum Monzani e a dichiarare i nuovi cittadini modenesi sono stati il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e la presidente del Consiglio comunale Francesca Maletti, insieme all’assessore alla Scuola Gianpietro Cavazza e alla professoressa Fiorella Balli in rappresentanza dell’Unicef. Con loro anche i familiari dei ragazzi, i compagni di classe e gli insegnanti.

Nel suo intervento di saluto, il sindaco Muzzarelli ha ricordato che quella di quest’anno è la seconda edizione della cerimonia, “e il fatto che sia il secondo anno che ci incontriamo conferma la volontà dell’Amministrazione di Modena di insistere sulla via della promozione dell’uguaglianza e dei diritti. Ma è anche il segno che i passi che abbiamo chiesto al legislatore per una cittadinanza vera e non solo simbolica non sono ancora stati fatti. Quello di oggi – ha proseguito il sindaco – è prima di tutto un gesto di accoglienza, affetto e fiducia nei vostri confronti da parte di una città che resta aperta, che investe sulle nuove generazioni, e conta anche su di voi per crescere sul piano economico, sociale, culturale e morale”.

L’iniziativa è in linea con gli indirizzi contenuti in un ordine del giorno approvato due anni fa dal Consiglio comunale ed è stata organizzata in occasione del 27° anniversario dell’approvazione della Carta dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ed è chiaramente in linea con le iniziative già mosse dalla maggioranza targata Pd per un percorso legislativo e culturale mirato a introdurre lo ius soli anche nel nostro paese.

Trenta dei ragazzi che hanno ricevuto la cittadinanza onoraria hanno famiglie che provengono dall’Albania, 19 dal Ghana e 29 dalle Filippine. Cinque hanno i genitori originari rispettivamente dell’Algeria, della Bosnia, del Brasile, del Cile e del Bangladesh. Due vengono dalla Colombia mentre sono 17 i marocchini, 13 i nigeriani e otto i tunisini. Della Guinea sono originarie due famiglie, così come della Polonia, mentre sette provengono dalla Moldavia e 11 dalla Romania. Infine sono dieci i ragazzi la cui famiglia è di origine turca, sette ucraini, uno dalla Costa d’Avorio, uno dalla Repubblica dominicana, uno dall’India, uno dalla Macedonia, uno dal Perù e uno dalla Russia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Integrazione, 179 bambini stranieri "cittadini onorari" di Modena

ModenaToday è in caricamento