rotate-mobile
Politica Nonantola / Via Vittorio Veneto

Nonantola: cittadinanza onoraria a 300 minori stranieri

Come deciso da un odg approvato in consiglio, la cittadinanza onoraria verrà assegnata in una cerimonia ad aprile. Critico Andrea Leoni (Pdl): "Provvedimento frutto di un atteggiamento ideologico che svilisce la cittadinanza"

Un atto puramente simbolico che difficilmente porterà qualche cambiamento, ma che sicuramente desterà polemiche. Nell'ultima seduta di consiglio comunale di Nonantola, è stato approvato un odg che impegnerà la giunta a "riconoscere simbolicamente la cittadinanza onoraria ai bambini stranieri nati in Italia e residenti a Nonantola".

CITTADINANZA - "Un atto simbolico ma di grande valore civile - ha fatto sapere l'Amministrazione Borsari - che vuole essere la premessa di un effettivo riconoscimento della cittadinanza italiana e di una politica di accoglienza nei confronti di questi nostri concittadini. Il Comune continuerà dunque a dare il suo sostegno ad iniziative volte alla realizzazione di una maggiore integrazione sociale, seguendo i propositi della campagna per la raccolta di firme “L’Italia sono anch’io”, fortemente sostenuta anche dal Comune e dalla Provincia di Modena". Il Sindaco si è concentrato sui giovani stranieri residenti nel suo comune: "Questi ragazze e ragazzi vivono nello stesso contesto scolastico dei nostri giovani - ha argomentato - parlano italiano, leggono in italiano, scrivono in italiano, studiano la storia d’Italia; sono i figli di cittadini stranieri regolari che lavorano e pagano le tasse in Italia. A Nonantola sono circa trecento i ragazzi in questione e il conferimento della cittadinanza italiana avverrà durante una cerimonia prevista per il prossimo aprile”.

CRITICHE - Piccata la reazione dell'opposizione. È il consigliere regionale Pdl Andrea Leoni a guidare la controffensiva bollando giudicando l'atto dell'amministrazione nonantolana "frutto di un atteggiamento ideologico che svilisce, anziché valorizzare, la cittadinanza - ha attaccato - La cittadinanza rappresenta un diritto ed un valore per gli italiani ed allo stesso tempo deve essere il traguardo per gli stranieri che la vogliono alla fine di un percorso di integrazione e di reale adesione ai principi fondanti della nostra Nazione. Una condizione che non è assolutamente scontato che sia automaticamente garantita per il solo dal fatto di nascere in Italia. Oggi i minori nati in Italia da genitori stranieri hanno gli stessi diritti dei minori italiani ed al raggiungimento della maggiore età avranno la libertà di acquisire la cittadinanza. Con queste iniziative si vuol fare credere loro di essere diversi dai loro coetanei italiani, solo in virtù della loro cittadinanza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonantola: cittadinanza onoraria a 300 minori stranieri

ModenaToday è in caricamento