Bretella Campogalliano-Sassuolo, il Comitato: "Fermare gli espropri"

Lettera dei gruppi che si oppongono alla nuova arteria: "Cancellato qualsiasi confronto"

"L'arrivo della gravissima epidemia da Covid-19 ha persino cancellato qualsiasi possibilità di confronto pubblico, mentre i termini per le procedure di esproprio sono rimasti inalterati e nessun rappresentante delle istituzioni locali ha sollevato tali problematiche". Lo segnalano i comitati che lottano contro la bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo chiedendo a Autocs, la società di progetto dell'opera, di ritirare le comunicazioni relative agli espropri. 

Il comitato No bretella-sì mobilità sostenibile e le altre associazioni interessate lo hanno scritto in una lettera inviata a ministeri, Regione, Autobrennero e istituzioni locali, in cui si sottolinea "l'oggettiva esigenza del ritiro delle comunicazioni relative alle pratiche di esproprio da parte del concessionario Autocs". 

Ecco l'appello collettivo: "Considerato che il conseguente gravissimo stato di crisi economico-sociale che si prospetta sarà tale da poter pregiudicare la stessa ripresa economica del paese, tutti non possiamo esimerci dal riflettere seriamente sulle vere emergenze e priorità di investimenti, oltre che su una politica della mobilità compatibile con la sostenibilità ambientale e della salute".

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento