menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum Aimag, il commento del sindaco: "La questione era mal posta"

Le dichiarazioni del Sindaco Alberto Bellelli a seguito del risultato elettorale. Su Aimag: "Lavorerò poi al fine di mettere l’azienda nelle condizioni di essere più competitiva"

“Permettetemi di iniziare ringraziando tutti i dipendenti comunali e i volontari della Protezione Civile che hanno permesso il regolare e ordinato svolgimento della giornata referendaria odierna. I cittadini di Carpi si sono espressi e prendo atto del risultato svolgendo alcune riflessioni. La prima è sul referendum come strumento: per la seconda volta in pochi anni ci troviamo di fronte ad un non raggiungimento del quorum e questo impone a tutta la politica una riflessione seria sull’attuale Regolamento che norma questo strumento di partecipazione. Credo che per fare in modo che sia utile e per non spendere risorse dell’ente locale vada coinvolto il Consiglio comunale per una sua modifica”.

Esordisce così Alberto Bellelli, sindaco di Carpi, commentando il risultato del referendum su Aimag che si è svolto nella giornata di ieri e che ha visto una schiacciante vittoria del SI a fronte però di una bassa affluenza al voto, pari a meno del 24% degli aventi diritto.

“La seconda riflessione è sull’esito chiaro della consultazione di oggi: non ero contro il referendum in sé e rispetto assolutamente la partecipazione dei cittadini - spiega il sindaco - Credo però che la questione fosse davvero mal posta e che questo abbia finito per tenere lontano tantissime persone dai seggi. Ho rispetto anche per queste, naturalmente, non vedo vincitori e sconfitti ma continuerò ad ascoltare i cittadini come ho sempre fatto".

Infine al termine di questa campagna referendaria alla quale non mi sono sottratto nel mio ruolo di Sindaco vorrei rimarcare poi che indipendentemente dall’esito di questa consultazione l’acqua è e rimane pubblica (e un bene demaniale inalienabile) perché lo dice non il Sindaco Bellelli ma la legge dello Stato - chiosa Bellelli, che poi aggiunge -  Assieme al Patto di Sindacato di Aimag e ai colleghi Sindaci lavorerò poi al fine di mettere l’azienda nelle condizioni di essere più competitiva rispetto alle future sfide che la attendono”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento