Domani in Comune la commissione di approfondimento sul 5G e le sue implicazioni

Martedì 1 settembre alle 17.30 la seduta con quattro relatori che faranno il punto sui risvolti tecnici, sanitari e ambientali per il territorio

Sarà dedicata ad approfondire gli eventuali risvolti per il territorio del 5G, la nuova tecnologia per la connessione telefonica e mobile iperveloce, la seduta della commissione consiliare Seta in programma martedì 1 settembre alle 17.30 nei locali della Galleria Europa di via Scudari, nella quale intervengono quattro esperti che affronteranno il tema da diversi punti di vista: tecnico, sanitario e ambientale.

La seduta della commissione, presieduta da Vincenzo Walter Stella, prende infatti spunto dalla recente adozione in Consiglio comunale del Piano digitale e dalla volontà di approfondire le caratteristiche di questa tecnologia espressa dalla conferenza dei capigruppo. Anche i Consigli di Quartiere sono invitati a seguire la seduta, visto che il regolamento comunale attribuisce loro la competenza a esprimere un parere nel percorso che porta all’installazione degli impianti di telecomunicazione per la telefonia mobile. Iniziative che spesso suscitano l’attenzione dell’opinione pubblica.

Come è stato spiegato nei mesi scorsi in Consiglio comunale, a Modena non è in corso la sperimentazione diffusa del 5G: il Comune non ha sottoscritto alcun protocollo con nessun operatore. L’unica sperimentazione attiva in città, in collaborazione col Ministero delle Infrastrutture, è legata al tema dell’automotive e della mobilità sostenibile ed è limitata a un’area ristretta e a particolari attività del laboratorio Masa. Inoltre, allo scopo di approfondire le tematiche di salute connesse al 5G, Comune, Unimore e Ausl collaborano nell’ambito della Conferenza Territoriale Socio Sanitaria.

I lavori dell’incontro saranno aperti dalla relazione di Gianluca Mazzini, direttore generale di Lepida e docente dell’Università di Ferrara, che illustrerà le caratteristiche del 5G, anche rispetto alle reti precedenti, e le prospettive attuali e future dell’applicazione di questa tecnologia in Emilia-Romagna, in funzione del livello del digital divide italiano.

A seguire Davide Ferrari, direttore del Dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl di Modena, parlerà delle procedure e del protocollo per la tutela della salute pubblica in materia di tecnologia 5G e, in particolare, delle conseguenze sanitarie per l’uomo causate dall’esposizione alle onde elettromagnetiche.

Toccherà quindi a Giovanna Rubini, responsabile dell’Unità specialistica di Arpae Emilia-Romagna sui Sistemi ambientali aria campi elettromagnetici, fare il punto sulle procedure di controllo e protocollo autorizzativo delle installazioni di apparati 5G; inoltre, la dirigente dell’agenzia effettuerà una panoramica sulle normative in atto e in aggiornamento. Sempre per Arpae, Laura Gaidolfi, referente regionale sui campi elettromagnetici, sarà collegata in remoto per rispondere a eventuali dubbi sul suo specifico campo di applicazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, Fiorella Belpoggi, direttore del Centro di ricerca sul cancro “Cesare Maltoni” dell’Istituto Ramazzini di Bologna e membro del comitato scientifico Isde Italia (International society of doctors for environment), interverrà alla commissione in video-conferenza per aggiornare sulle ricerche scientifiche, locali e internazionali, in corso sulle conseguenze all’esposizione della nuova tecnologia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Pullman nel fosso dopo uno scontro con un furgone, grave incidente a Campogalliano

  • Covid, 15 casi a Modena. Oltre la metà da contagio famigliare

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento