rotate-mobile
Politica

"Caro Pd sassolese, basta fare allarmismo gratuito"

Il sindaco Caselli: "Non potevo partecipare alla Commissione Bilancio di mercoledì sera per il concomitante Consiglio dell’Unione e per impegni familiari"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

“Non mi sono mai sottratto a responsabilità nè ho mai “disertato”riunioni Istituzionali: non potevo partecipare alla Commissione Bilancio di mercoledì sera per il concomitante Consiglio dell’Unione e per impegni familiari. Questo non toglie che sarò presente lunedì prossimo alla stessa commissione e, in quella sede, traccerò in modo dettagliato quello che la Giunta intende approntare per il risanamento di Sgp”. In questo modo il Sindaco di Sassuolo Luca Caselli risponde alle dichiarazioni del gruppo Pd in merito alla situazione di Sassuolo Gestioni Patrimoniali.

“Continuare a fare terrorismo e allarmismo, oltre che inutili gazzarre politiche di fronte ai dipendenti Sgp ed alla cittadinanza – prosegue Caselli – è inutile e controproducente. La politica sassolese, davanti ai problemi della città, deve essere in grado di compiere fatti concreti e dare soluzioni reali, aldilà del solito teatrino ideologico. Continuare a rimpallarsi le responsabilità significa perdere tempo prezioso: i cittadini ci chiedono fatti e non li chiedono soltanto al Sindaco, ma all’intero Consiglio Comunale, opposizione compresa. Accolgo quindi con favore – aggiunge il Sindaco – l’appello del Pd di ricercare insieme, per il bene della città, soluzioni condivise smettendo di lanciare inutili proclami che danneggiano soltanto la Società Patrimoniale.

L’assunzione di responsabilità è fondamentale in questo momento difficile per Sassuolo e per l’Italia. Se il Pd locale vuole veramente fare proposte ed indicare soluzioni, noi siamo a completa disposizione; se invece si vuole fare il gioco al massacro per raggranellare qualche voto sulla pelle dei sassolesi, allora non ci sto. La Giunta riformulerà – aggiunge – insieme all’Amministratore Unico, un piano industriale di risanamento entro pochi giorni, che sarà il più possibile condiviso anche con l’opposizione e che prevederà anche modi e tempi dei pagamenti ai fornitori con un documento che verrà sottoposto alle Associazioni di Categoria e ai Sindacati. Dopodiché – conclude il Sindaco di Sassuolo Luca Caselli – dovremo fare un rapido passaggio consigliare e procedere sulla via dei risparmi di spesa senza incidere sulla leva fiscale. Se la politica sassolese fallirà in questo importante e delicato passaggio, allora non andrò a casa solo io, ma sono certo che andremo a casa tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caro Pd sassolese, basta fare allarmismo gratuito"

ModenaToday è in caricamento