rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Gite scolastiche, il Comune offre ai bambini 45mila biglietti del bus

Inoltre, 600 abbonamenti annuali saranno distribuiti ad alunni delle primarie. Assessore Cavazza: "Favoriamo la didattica incentivando l'uso dei mezzi pubblici". Spesa di 50mila euro

Biglietti dell’autobus da utilizzare per le uscita d’istruzione e abbonamenti annuali al trasporto pubblico per i bambini di famiglie disagiate. Il Comune di Modena distribuirà i ticket a scuole primarie e dell’infanzia; gli abbonamenti sono invece destinati ad alunni delle scuole primarie. Sono 4.500 i ticket multi corse, pari a 45.000 viaggi in autobus, che il Comune di Modena ha acquistato per aiutare i bambini di scuole d’infanzia e primarie ad usufruire delle uscite didattiche. L’ufficio competente dell’assessorato all’Istruzione sta distribuendo i primi 2.000 ticket multi corse, pari a 20.000 corse, alle scuole d'infanzia comunali e convenzionate, alle  sei direzioni didattiche e ai tre Istituti comprensivi a cui fanno capo primarie e scuole d’infanzia statali della città. Saranno le direzioni didattiche a consegnare i titoli di viaggio, validi per usufruire dei mezzi di linea di Seta, a sezioni e classi che hanno in programma uscite di istruzione sul territorio. Nei prossimi giorni saranno consegnati a scuole e direzioni didattiche anche i restanti 2.500 ticket multi corse.

Inoltre, per incentivare l'uso dei mezzi pubblici in occasione degli abituali spostamenti casa-scuola, il Comune metterà a disposizione 600 abbonamenti annuali ad altrettanti alunni delle scuole primarie. Gli abbonamenti all’autobus verranno distribuiti dall'inizio dell'anno scolastico 2015/16 a studenti di famiglie disagiate, individuati dal Comune basandosi sulla dichiarazione Isee e su criteri che verranno precisati.

Per l’acquisto di abbonamenti annuali e i ticket multi corse Seta ha offerto condizioni agevolate al Comune che complessivamente ha speso 50 mila 190 euro. “L’iniziativa – spiega l’assessore alla Scuola Gianpietro Cavazza – intende favorire la didattica incentivando l’uso dei mezzi pubblici. Infatti da una parte si vogliono incoraggiare gli spostamenti degli alunni con i mezzi pubblici e promuovere l’educazione e la sensibilità alla mobilità sostenibile, nell’ottica di migliorare le condizioni di vivibilità ambientale della città. Al tempo stesso – continua Cavazza – abbonamenti e biglietti costituiscono  un aiuto dato alle famiglie che ne hanno più bisogno e alle scuole che, pur in tempi di ristrettezze economiche, sono impegnate a mantenere l’uscita didattica sul territorio come un momento importante all’interno dell’offerta formativa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gite scolastiche, il Comune offre ai bambini 45mila biglietti del bus

ModenaToday è in caricamento