Politica Madonnina

Nuovo Conad alla Madonnina, Comitati e Associazioni: "Il supermercato deve risolvere i problemi non peggiorarli"

Un ESPOSTO di cittadini, comitati, associazioni ambientaliste e forze politiche per la revisione del progetto del Conad Madonnina

“Il Conad Madonnina va adeguato alle necessità del quartiere ma per intervenire occorre seguire le normative attuali, per questo chiediamo alla Regione l’annullamento del permesso di costruire in deroga rilasciato dal Comune “ Lo riferiscono i promotori del Comitato Cittadini Madonnina per Modena, FIAB Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, Mobastacemento, Modena Volta Pagina. 

Siamo preoccupati che il nuovo supermercato crei ai cittadini più problemi di quanti ne risolva. Sarebbe il colmo se alla Madonnina, già afflitta da pesanti volumi di traffico e da zone di forte inquinamento, si peggiorasse la situazione.
Temiamo, invece, che il rinnovato supermercato pregiudichi la vivibilità dell’area delle scuole di via Amundsen, dove dovrebbe passare una nuova strada, contro la quale hanno già manifestato varie associazioni ambientaliste e cittadini. Altrettanto grave è che il progetto sia destinato a peggiorare gravemente la percorribilità della via Emilia, già oggi intasata dal traffico.

La nuova strada interna, passando in aderenza proprio al cortile usato per il gioco all’aperto dei piccoli, ne pregiudica la sicurezza e soprattutto la salubrità investendo di gas l’intera zona. Ricordiamo che vi transiteranno tutti i camion che riforniscono il supermercato oltre a un cospicuo numero di auto.
E non è tutto qui. L'irrimediabile ristrettezza dei passi carrai sulla via Emilia (larga in quel punto solo nove metri) rende problematici l'ingresso e l'uscita dei mezzi di rifornimento ed anche delle auto di chi fa la spesa. Sia per entrare sia per uscire, anche solo sulla destra, infatti, i camion dovrebbero portarsi interamente contromano, e le auto poco meno, con grave e pericoloso ostacolo alla circolazione.
La nuova collocazione del Conad, quindi, interferirà gravemente con la stessa Via Emilia mentre, già oggi, vi si formano continuamente lunghe file di auto.
Per questi motivi l’organizzazione del supermercato non risulta attentamente valutata e potrà creare nuovi problemi acuendo quelli già esistenti.
Invitiamo il Comune ad approfittare del periodo che la Regione impiegherà nel valutare la nostra istanza per ripensare il progetto, anche in una diversa localizzazione, sempre in zona, magari permutando un’area già di proprietà comunale, prima di procedere ulteriormente.
Quando si interviene tanto pesantemente sulla città costruita occorre maggiore cautela per non trovarsi poi a dovere modificare tutto ad opere ultimate.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Conad alla Madonnina, Comitati e Associazioni: "Il supermercato deve risolvere i problemi non peggiorarli"

ModenaToday è in caricamento