Politica

Diffamò docente Unimore, Beppe Grillo condannato ad un anno

Il leader del M5S è stato condannato dal Tribunale di Ascoli Piceno (pena sospesa) per aver diffamato durante un comizio del 2011 il professore di chimica-fisica dell'Università di Modena e Reggio Emilia. Al centro del contendere le posizioni pro nucleare del docente

L'attacco a Franco Battaglia, docente di Ingegneria Unimore, del lontano 2011 è costato caro a Beppe Grillo. Il fondatore e leader maximo del Movimento 5 Stelle ha infatti subito una condanna per diffamazione per alcune parole pronunciate contro il professore modenese durante un comizio politico. Durante un comizio politico a S. Benedetto del Tronto, Grillo aveva infatti usato parole dure contro Battaglia, durante una querelle a distanza sul tema del nucleare.

£Vi invito a non pagare più il canone, io non lo pago più - aveva tuonato Grillo dal palco - perchè non puoi permettere ad un ingegnere dei materiali, nemmeno del nucleare, parlo di Battaglia, un consulente delle multinazionali, di andare in televisione e dire, con nonchalance, che a Chernobyl non e' morto nessuno. Io ti prendo a calci nel c...o e ti sbatto fuori dalla televisione, ti denuncio e ti mando in galera".

Una chiara offesa a Battaglia e al suo ruolo accademico, che il Tribunale di Ascoli Piceno ha deciso di condannare, infliggendo al politico genovese la pena di un anno di reclusione, poi sospesa. Grillo dovrà però pagare una multa di 1.250 euro e risarcire la cifra di 50mila euro alla parte lesa.

A seguito di quel comizio – in cui Grillo citò l'intervento del professore alla trasmissione Rai Annozero – Franco Battaglia avrebbe anche subito una telefonata minatoria e un atto vandalico alla propria auto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diffamò docente Unimore, Beppe Grillo condannato ad un anno

ModenaToday è in caricamento