Democratiche a Roma, Liotti “Senza donne non si esce dalla crisi”

Una rappresentativa delegazione di democratiche modenesi parteciperà sabato 13 luglio, a Roma, alla Conferenza nazionale delle donne democratiche. Si tratta dell’assessora di Modena Simona Arletti, della coordinatrice delle democratiche modenesi Caterina Liotti, della consigliera comunale di Carpi Daniela Depietri e della vice-sindaca di Formigine Antonietta Vastola, insieme all’assessora di Carpi Cleofe Filippi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

“Verso il congresso. Le democratiche per il futuro del Paese”: è questo l’ordine del giorno scelto per la Conferenza nazionale delle donne democratiche convocata a Roma per sabato 13 luglio. Dalla nostra provincia parteciperà ai lavori della Conferenza una delegazione di democratiche particolarmente rappresentativa: saranno, infatti, presenti l’assessora del Comune di Modena Simona Arletti, la coordinatrice provinciale delle democratiche e presidente del Consiglio comunale di Modena Caterina Liotti, la consigliera del Comune di Carpi Daniela Depietri e la vice-sindaca di Formigine Antonietta Vastola, insieme all’assessore al Comune di Carpi Cleofe Filippi. "Andremo a portare all'attenzione della Conferenza nazionale delle democratiche la gravità delle condizioni di vita delle italiane in questo difficile contesto politico – spiega Caterina Liotti - ma soprattutto andremo a dire che senza un reale coinvolgimento delle competenze delle donne e la valorizzazione delle differenze di genere, generazionali e culturali  questo Paese non esce dalla crisi economica e a raccontare l'esperienza di proposta politica concreta e partecipativa fatta in questo ultimo anno sui tanti temi che hanno attraversato il dibattito locale, regionale e nazionale (crisi economica, lavoro, dimissioni in bianco, ambiente, welfare, diritti). In particolare racconteremo del nostro impegno sulle politiche necessarie a contrastare il dilagare della violenza sulle donne, un impegno che avviatosi con la definizione di una Proposta di legge regionale di iniziativa popolare, condivisa con le tante realtà che agiscono sul fenomeno, è proseguito  con la raccolta delle firme che ci ha permesso di sensibilizzare migliaia di persone e che imporrà alla Regione Emilia-Romagna di affrontare con nuove azioni di prevenzione culturale questa emergenza sociale. Un esempio concreto – conclude Caterina Liotti - di ciò che le Conferenze delle Democratiche possono fare per migliorare la proposta politica del Pd".

Torna su
ModenaToday è in caricamento