Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

I Nas nelle scuole modenesi per verificare le autocertificazioni sui vaccini

La segnalazione arriva dal Partito Democratico, che deposita un'interrogazione sul caso invitando le autorità a svolgere i controlli utilizzando i database regionali

"In queste settimane, i Carabinieri dei Nas si stanno presentando in diverse scuole modenesi per verificare la veridicità delle autocertificazioni sulle vaccinazioni obbligatorie degli alunni". A renderlo noto non è l'Arma, bensì i consiglieri comunali del Partito Democratico di Modena Federica Venturelli e Grazia Baracchi, che hanno depositato un'interrogazione alla giunta Muzzarelli su questo tema foriero di grandi polemiche.

In questo quadro, "bisogna valutare l'uso dell'archivio anagrafico regionale come valido ed esclusivo strumento di controllo dell'assolvimento dell'obbligo vaccinale". Lo suggeriscono al Comune di Modena le consigliere comunali Pd Federica Venturelli e Grazia Baracchi, interrogando la giunta Muzzarelli sul tema.

Posto che "come Pd ci facciamo interpreti della preoccupazione e dello sconcerto delle famiglie", viene chiesto all'amministrazione "quali azioni abbia intrapreso per garantire l'osservanza nei nidi dell'obbligo vaccinale previsto nella legge regionale", e "se durante i controlli sulle autodichiarazioni siano state riscontrate irregolarità e se siano previsti controlli anche nelle scuole comunali". 

Il suggerimento riguarda la modalità per le verifiche: secondo le consigliere dem "bisogna valutare l'uso dell'archivio anagrafico regionale come valido ed esclusivo strumento di controllo", senza la necessità quindi di impiegare le forze dell'ordine.

Al centro resta il decreto Milleproroghe, che consente di presentare un'autocertificazione per far entrare i bambini a scuola "scavalcando, di fatto, per un altro anno, l'obbligo di vaccinazione", continuano le consigliere dem domandando "come sia effettivamente la situazione nelle scuole modenesi". In ogni caso, "il provvedimento contenuto nel Dl Milleproroghe- assicurano Venturelli e Baracchi- lede i diritti dei più deboli, ovvero i bambini immunodepressi, affetti da patologie croniche e da tumori, che non potranno andare a scuola perchè rischiano di essere contagiati dai compagni non vaccinati".

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Nas nelle scuole modenesi per verificare le autocertificazioni sui vaccini

ModenaToday è in caricamento