menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, anche San Cesario approvato il progetto sul Controllo di Vicinato

Il Sindaco Gozzoli: “Uno strumento utile per unire la comunità di fronte al fenomeno della microcriminalità”

È stato approvato giovedì 29 novembre dal Consiglio Comunale il Controllo del vicinato, un progetto che prevede un contributo fondamentale della cittadinanza residente nella stessa zona per controllare l’area intorno alle proprie abitazioni. Sono tanti i comuni che negli anni scorsi hanno sposato questa idea; da oggi il percorso partecipato comincerà anche a San Cesario.

L’approvazione del Controllo di Vicinato si tradurrà in un percorso intrapreso con la cittadinanza per dare maggior formazione e più informazioni per i cittadini; aumentare la relazione tra le famiglie residenti nello stesso quartiere, condividere le buone prassi e rendere le comunicazioni tra forze dell’ordine e cittadini più efficaci.

Luca Brighetti, capogruppo di Centrosinistra per San Cesario, ha espresso durate la seduta solidarietà alle vittime dei furti dei giorni scorsi e a tutta la comunità: “Abbiamo presentato un emendamento ad una mozione del consigliere Rosi - spiega Brighetti -, con l’intenzione di approvare un atto che fosse espressione di tutto il consiglio comunale. Il controllo di vicinato è un’azione importante, ma non è sufficiente per combattere la criminalità in modo completo. I Sindaci e la Polizia Municipale fanno la loro parte, ma i comuni non hanno né organico, né la possibilità di spesa per affrontare da soli il tema sicurezza. Per questo dobbiamo continuare a chiedere a gran voce che lo Stato investa di più nel personale delle forze di polizia e nelle attività di intelligence.

Concorde il Sindaco Gianfranco Gozzoli: “Il controllo di vicinato è un’esperienza già sperimentata nei Comuni limitrofi. Sarà certamente uno strumento utile per unire la comunità di fronte al fenomeno della microcriminalità e per migliorare la circolazione delle informazioni fra cittadinanza e forze dell’ordine. Anche se non riteniamo che sia la soluzione definitiva a tutti i problemi di microcriminalità, è doveroso mettere in campo tutte le soluzioni utili per contrastare il fenomeno, quindi come Amministrazione faremo la nostra parte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la provincia di Modena sarà "zona rossa" da giovedì 4 marzo

Attualità

Zona rossa: a Modena asili, nidi e parrucchieri chiusi da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento