rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Il cordoglio della Politica locale per la scomparsa di Sassoli

Messaggi di cordoglio per la scomparsa di David Sassoli. “Perdiamo un uomo perbene" così la politica locale lo ricorda

Anche il sindaco Muzzarelli ricorda il presidente del Parlamento europeo scomparso. Nel 2020 concluse l’edizione della Summer school dedicata alla risposta al Covid

“Un grande europeo e un grande italiano”. Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ricorda David Sassoli citando la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen e sottolineando le origini modenesi di una parte della famiglia del presidente del Parlamento europeo, scomparso nella notte a 65 anni.

Nel messaggio di cordoglio, il sindaco ricorda l’impegno appassionato di Sassoli per dare concretezza ai valori di democrazia, libertà, uguaglianza e dignità dei cittadini europei che hanno sempre rappresentato il punto di riferimento principale della sua azione politica e del suo impegno nelle istituzioni.

“David Sassoli – commenta il sindaco – è stato uno dei principali artefici di questa stagione di protagonismo dell’Unione europea nella risposta alle conseguenze della pandemia, con una visione strategica di sviluppo e un ruolo sempre più forte per il Parlamento, l’unica delle istituzioni europee, come ricordava spesso, eletta direttamente dai cittadini”.

Nel settembre del 2020 un video messaggio di Sassoli, infatti, ha concluso la sesta edizione della Summer school Renzo Imbeni promossa dal Comune e dedicata alle sfide che l’Unione europea stava affrontando rispetto alla pandemia per garantire una ripresa sociale ed economica con strumenti come il Next Generation Ue e il piano per un futuro verde e digitale. E il titolo del videomessaggio era, appunto, “È l’ora di scegliere”.

"La scomparsa di David Sassoli, Presidente del Parlamento Europeo, mi ha colpito profondamente.- afferma invece il Sindaco di Carpi Alberto Bellelli - Lo conoscevo di fama, prima come giornalista poi come parlamentare, e l’ho sempre apprezzato: poi l’ho conosciuto di persona nel luglio scorso, in occasione della storica visita al Campo di Fossoli con la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen, e l’ho trovato una persona dalla sensibilità umana profondissima, che lottava per affermare diritti come solidarietà, pace, libertà e uguaglianza.

Ha svolto il suo impegno politico e il suo incarico istituzionale con impegno e dedizione, e chi era con me a Fossoli ne ha apprezzato sia il profilo pubblico sia quello privato. Esprimo pertanto a nome della Città le più sentite condoglianze alla sua famiglia, unendoci al suo dolore"

“Perdiamo un uomo perbene. David Sassoli era l’esempio di come la politica possa essere fatta di valori e concretezza senza urla e slogan, ci mancherà”, così il segretario provinciale Pd Roberto Solomita ricorda David Sassoli. 

“A nome del Partito democratico della provincia di Modena esprimo vicinanza alla famiglia di David Sassoli. La sua morte priva la comunità democratica di una figura difficilmente sostituibile: il suo impegno politico fatto di valori e concretezza, e la sua passione tesa ad un progetto europeo forte ed unitario sono il suo lascito più importante che il Pd ha il dovere di continuare a portare avanti. Nel ruolo di presidente del Parlamento europeo ha dimostrato ripetutamente quale fosse la strada da seguire affinché l’Europa non rappresenti nei cuori dei cittadini una lontana macchina burocratica ma un’organizzazione fatta di uomini e donne con un progetto di unità, non solo politica ma soprattutto emotiva. È quel ‘sentirsi europei’ che manca ancora ai popoli dell’Unione. Un obiettivo che Sassoli ha continuato a perseguire durante tutto il suo mandato, anche quando venne al campo di prigionia di Fossoli lo scorso luglio insieme alla presidente della Commissione UE Ursula Von Der Leyen dimostrando che il futuro dell’Europa si costruisce su una conoscenza del passato scevra da revisionismi, nazionalismi e rigurgiti autoritari”.

Anche il presidente dell'EMILIA-Romagna, Stefano Bonaccini, commenta la scomparsa, questa notte, del presidente del parlamento europeo, David Sassoli. "Un uomo perbene, che lascia un grande vuoto nella comunità politica nazionale e internazionale. Una figura, che nel suo ruolo istituzionale, è stata vicina all'EMILIA-Romagna e presente in numerosi eventi, in particolare quelli legati al ricordo delle vittime del nazi-fascismo. Per questo, oggi, dal Pd e dalle istituzioni in molti ne ricordano l'impegno e il valore".

"Oggi è una giornata molto triste", esordisce Bonaccini. "Giornalista prima, politico e uomo delle istituzioni poi, era soprattutto una persona perbene. Impegno, passione, l'Europa dei popoli, dei diritti e dell'accoglienza come stella polare", si legge nel messaggio del governatore affidato alla sua pagina Facebook. "David era anche un amico dell'EMILIA-Romagna. Qui è venuto spesso, ogni volta che veniva chiamato, lui c'era. A Marzabotto, per la commemorazione dell'eccidio nazifascista. O come la scorsa estate, insieme a Ursula Von der Leyen in una giornata emozionante e indimenticabile al campo di prigionia di Fossoli. Un vuoto che si apre nella comunità politica nazionale e internazionale. Mancherai a tutti noi David", conclude.

"Una perdita dolorosa, un rappresentante delle istituzioni convinto europeista, attento e sensibile ai temi della solidarietà e dei diritti". Il presidente della Provincia Gian Domenico Tomei, esprime il proprio cordoglio per la prematura scomparsa di David Sassoli, «grande uomo delle istituzioni che ha contribuito concretamente alla creazione di una Comunità europea più giusta e più libera».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cordoglio della Politica locale per la scomparsa di Sassoli

ModenaToday è in caricamento