rotate-mobile
Politica Accademia Militare / Piazza Roma

Piazza Roma, 500 commercianti in corteo contro la pedonalizzazione

Grande adesione alla serrata dei negozi, anche da parte del mercato Albinelli. Sfilata per le vie del centro e confronto di una delazione con Pighi e i suoi assessori. Ma l'Ammninistrazione non arretra e il Pd ribadisce la necessita di procedere con il progetto

Stamattina il centro storico si è svegliato a mezzo servizio. É stata infatti molto alto il numero di quegli esercizi commerciali che hanno aderito all'iniziativa del comitato spontaneo composto da cittadini e residenti, contro la pedonalizzazione di piazza Roma. A parte alcuni bar, tabaccherie e i negozi delle catene nazionali o multinazionali, la grande maggioranza dei commercianti ha deciso di tenere le serrande abbassate dalle 9 alle 13, compresi i gestori dei banchi del mercato coperto di via Albinelli. Tutti i manifestanti si sono dati appuntamento per le strade del centro, formando un rumoroso corteo. Quasi 500 i manifestanti, che hanno sfilato da piazza Roma a piazza Grande, per protestare sotto il Municipio.

Una delegazione è stata ricevuta dalla Giunta e dal primo cittadino, con il quale è stato avviato un dialogo accorato, ma infruttuoso. Sia Pighi, sia gli assessori Giacobazzi e Prampolini, hanno ribadito la necessità di considerare l'aspetto complessivo dell'accesso al centro storico e non solo il caso di piazza Roma, sminuendo di fatto la dimostrazione messa in atto quest'oggi.

Lo stesso Partito Democratico è intervenuto sulla questione per voce del coordinatore cittadino Andrea Sirotti: “Il confronto è necessario, ma l’obiettivo della pedonalizzazione di piazza Roma va tenuto fermo. Confronto significa reciproca disponibilità ad ascoltare e recepire ciò che viene proposto per valorizzare nel modo più appropriato la piazza e complessivamente il centro storico”. Sirotti, in una nota, ha poi spiegato: “Crediamo che si possano determinare le condizioni di fattibilità per un progetto che riteniamo importante per la città, rimanendo sul merito delle questioni e provando a risolverle, piuttosto che indulgere a strumentalizzazioni, come stanno facendo alcuni esponenti del centro destra. Non si tratta di fermare o sospendere l’attuazione del progetto, ma dimostrare che è possibile farne una realizzazione nella quale tutti i modenesi si possano riconoscere”.

Ma il tentativo apparentemente conciliatorio della maggioranza che amministra la città pare lasciare decisamente insoddisfatti i manifestanti, che avevano mosso le loro critiche proprio sulla mancanza di visione complessiva per il presente e il futuro del centro storico. Sicuramente seguiranno altri tavoli di confronto, ma la sensazione è che possano seguire anche nuove forme di protesta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Roma, 500 commercianti in corteo contro la pedonalizzazione

ModenaToday è in caricamento