rotate-mobile
Politica

Corse ridotte e manovre complesse in ZTL, lo sfogo degli autisti Seta

I sindacati del trasporto pubblico mettono sotto accusa l'immobilismo di Amo e alcune scelte nelle nuove zone pedonali. Il taglio di alcune corse ne rende strapiene altre: "E la gente se la prende con noi..."

"Stiamo continuando a offrire un cattivo servizio agli utenti, ma anche per noi è difficile lavorare. Da quando è stata cambiata la frequenza delle corse pomeridiane e il Comune ha proceduto alle pedonalizzazioni, ci sono almeno tre linee in evidente sofferenza. L'Agenzia della mobilità continua a offrire una programmazione che fa acqua da tutte le parti, ma nei fatti non risponde alle nostre segnalazioni". Sono gli autisti dei bus di Seta, l'azienda del trasporto pubblico di Modena-Reggio Emilia-Piacenza, a denunciare tutti i "disservizi" che pesano quotidianamente nel corso del loro lavoro per l'area di Modena e dintorni. Un gruppo di lavoratori di diverse sigle sindacali racconta alla stampa oggi pomeriggio, in un incontro nella stessa azienda di Strada Sant'Anna, i vari disagi. 

Si parte dalla riduzione della frequenza delle corse pomeridiane in particolare, passando da un bus ogni 10-12 minuti a uno ogni 15-20, rispetto al quadro 'storico' avviato a metà anni '90: si è scesi, in particolare, da quota 13,5 milioni di chilometri percorsi in città e provincia a 12,3. "E questo senza alcuna miglioria di viabilità utile, a partire dai semafori intelligenti", è il coro dei lavoratori, che continua: "Tagliando la frequenza noi dobbiamo caricare il doppio. Gli orari non vengono rispettati e il risultato e che la gente si arrabbia con noi autisti". Ma è attorno all'area di piazza Roma che, secondo i racconti di chi vi transita tutti i giorni, si consumano gli episodi più evidenti.

l problema segnalato, infatti, deriverebbe in gran parte dalla pedonalizzazione della piazza completata dalla giunta Muzzarelli: "Le strisce blu in entrambi i lati su corso Cavour, per recuperare parcheggi, restringono lo spazio percorribile, calato da 7,2 a 5,05 metri. Ora i mezzi lunghi fino a 18 metri passano di meno, ma ce ne sono altri, furgoni compresi, che complicano la viabilità". Ed è quando si incrociano due bus (linea 4) che bisogna arrangiarsi di più: "Dalla centrale operativa ci contattano per dirci come muoverci, anche la Polizia municipale ci chiama e all'occorrenza ci fa fare retromarcia...". Problemi analoghi si registrano in via 3 febbraio, sempre nell'ambito della 'compensazionè per piazza Roma. Le altre lineee a tratti caotiche sarebbero la 13 e la 11, in particolare e, di nuovo, nel pomeriggio. 

Nella sede di Seta all'incontro con la stampa ci sono Giulia Grandi (Filt-Cgil) e gli autisti Carmine Bovienzo (Uiltrasporti), Giuseppe Rendace (Faisa-Cisal) e Giuseppe Scarpitta (Ugl).

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corse ridotte e manovre complesse in ZTL, lo sfogo degli autisti Seta

ModenaToday è in caricamento