menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casa della Salute a Porta Nord: "Ma quella zona rimane squallida periferia"

L'ex assessore De Pietri striglia Muzzarelli sul degrado della periferia nord della città, il cui processo di riqualificazione procede estremamente a rilento

"La nuova Casa della Salute appena inaugurata davanti alla Porta Nord della Stazione FS è un prezioso presidio sanitario per tutta il quartiere Sacca. Chi ama Modena deve essere lieto della sua realizzazione. Questo tipo di strutture sanitarie dovrebbe essere diffuso in ogni quartiere della città per offrire un servizio territoriale davvero efficace".

A sostenerlo è Andrea De Pietri, ex assessore all'urbanistica e attivista impegnato in ultimo con il progetto di sinistra civica Modena Volta Pagina. De Pietri attacca però sulle dichiarazioni del sindaco, sottolineando le condizioni di degrado che regnano attorno alla nuova struttura sanitaria. "Durante questa seconda inaugurazione della Casa della Salute (la prima avvenne alla vigilia delle elezioni con metà lavori da completare) il sindaco è arrivato ad affermare che con quella realizzazione “…la zona nord della città non è più periferia”. Parole improvvide poiché a cento metri c’è l’Hotel Eroina e l’area del più grande supermarket urbano della droga e della prostituzione. Per non parlare dei ruderi dell’ex mercato bestiame, di quelli della ex Pro Latte e del cosiddetto “Rotore”, che doveva essere la più imponente realizzazione residenziale dell’era di Sitta, ora abbandonata dagli dei e dagli uomini".

"Bene quindi la Casa della Salute ma quella martoriata area urbana rimane purtroppo una delle più squallide periferie della città ed occorreranno decenni per recuperarla. Che il sindaco lo disconosca è quantomeno scorretto", aggiunge De Pietri.

A queste situazioni di abbandono fa da cornice anche la stessa Porta Nord della stazione ferroviaria, di fronte alla Casa della Salute. Negli ultimi giorni anche sui social si è sollevato un dibattito sulla presenza di alcuni senzatetto, che hanno fatto dell'ingresso sotterraneo il loro domicilio temporaneo, con annesso accumulo di rifiuti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione da lunedì

Attualità

Zona arancione, cosa cambia da lunedì 12 aprile a Modena

Attualità

Focolaio covid all'Ospedale di Sassuolo, positivi 15 pazienti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento