rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Politica Castelfranco Emilia / Via Pieve

Degrado a Villa Sorra. Sabina Piccinini: "Castelfranco lasciata sola da Modena e Nonantola"

Il capogruppo della lista civica di San Cesario, Sabina Piccinini, mostra lo stato di degrado di Villa Sorra, denunciando che: "Modena e Nonantola hanno investito nel proprio orticello, così Castelfranco non ha potuto finanziare il restauro della villa"

Al centro del dibattito politico di Castelfranco Emilia e San Cesario vi è lo stato di degrado denunciato dal capogruppo della lista civica di San Cesario, Sabina Piccinini, che nel suo video girato per l'appunto nei pressi della Villa documenta come alcune aree dell'abitazione siano state lasciate a sè. Bisogna sapere che lo scorso Aprile il Comune di  Castelfranco ha partecipato ad un bando della Regione con un progetto di recupero per far divenire Villa Sorra sede per la promozione dei prodotti tipici modenesi. Ma Piccinini spiega: "Peccato non avesse i requisiti per accedere ai finanziamenti regionali in quanto lasciato solo dai Comuni di Modena e Nonantola."

Degrado Villa Sorra - Sabina Piccinini 23/06/2017

"Villa Sorra è bellissima - racconta la Piccinini, capogruppo al consiglio comunale di San Cesario - un gioiello unico che dovrebbe riempire di orgoglio chi governa il nostro territorio. E’ sconsolante vederla quasi sempre chiusa, con lo scalone prospiciente il Giardino Storico distrutto da anni, mai recuperato, invaso dalle erbacce, nascosto dietro un telone, che tanto poi la vergogna la si vede lo stesso. Dal 1972 la Villa è di proprietà dei Comuni di Modena, Castelfranco Emilia, Nonantola e San Cesario che in questi quarant’anni hanno dimostrato di non possedere una comune volontà politica mirata a valorizzare degnamente la Villa."

La richiesta di finanziamento alla Regione fatta da Castelfranco Emilia era pari a tre milioni e 700 mila euro che purtroppo però non sono arrivati. Questo perché Castelfranco Emilia non possiede la totale proprietà della Villa, requisito fondamentale per poter partecipare al bando. "Sarebbe interessante capire - continua Piccinini - per quale ragione, pur sapendo di non avere i requisiti per accedervi, gli Amministratori castelfranchesi, con una certa faccia tosta, abbiano comunque deciso di presentare in pompa magna all’opinione pubblica la richiesta di finanziamenti per Villa Sorra.  Forse però non c’era alternativa, visto che il Comune di Modena ha preferito partecipare al medesimo bando regionale con un progetto per il finanziamento della sede di ER Teatro presso l’area dell’ex Amcm; allo stesso modo, anche il Comune di Nonantola ha preferito tutelare il proprio orticello, presentando un progetto per il recupero del palazzo della ex Diocesi."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado a Villa Sorra. Sabina Piccinini: "Castelfranco lasciata sola da Modena e Nonantola"

ModenaToday è in caricamento