rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Politica Accademia Militare / Piazza Roma

Piazza Roma, in un documento le proposte di “conciliazione”

Sintetizzate le proposte del Comune su sosta, viabilità e piano di valorizzazione. No alla sosta a pagamento in piazzale San Domenico che rimane Ztl, maggio rotazione e nuovi parcheggi serali per i residenti

Il difficile lavoro di mediazione che la Giunta comunale è stata chiamata a seguire sulla pedonalizzazione di Piazza Roma arriva ad una svolta, che coinciderà con la presentazione di un documento in cui si riassumono le proposte dell'Amministrazione per “facilitare” il passaggio da parcheggio privilegiato per l'accesso al centro ad area chiusa al traffico. Domani alle 18 si svolgerà l'ultimo atto del tavolo di confronto tra Comune, residenti, commercianti e Associazioni, in cui queste proposte verranno meglio esplicitate. Per ora vediamo insieme alcune manovre.

Rispetto ai parcheggi, è ribadita la scelta di riportare a sosta a pagamento, con forte rotazione, piazzale Basile (54 posti), angolo corso Cavour-corso Vittorio Emanuele (36 posti), corso Cavour (25 posti), oltre a rendere a forte rotazione anche i 35 posti di via Tre Febbraio. In totale, quindi, 140 posti disponibili anche per i residenti autorizzati ai quali viene confermata la possibilità di parcheggiare nelle ore serali e notturne in 40 posti attualmente riservati agli Uffici giudiziari. Confermati anche i 25 posti per soli residenti nella parte ovest di piazza Roma, in prossimità di via Modonella, nell’area comunque di transito per l’accesso alle strade interne.

Della proposta non fa parte l’estensione della sosta a pagamento in piazzale San Domenico, oggi riservata a Ztl, pur emersa nel corso del confronto, ma con la contrarietà dei residenti, mentre è confermato il mantenimento dei 65 posti di piazza Sant’Agostino e rimane “la possibilità concreta di poter realizzare in tempi medi un parcheggio per i residenti nella zona tra San Giovanni del Cantone e il maneggio dell’Accademia”,

Il documento, inoltre, ribadisce l’importanza del Novi Park come parcheggio a servizio del centro storico e prevede elementi per un suo migliore utilizzo, a partire dal bus navetta che, una volta riaperto corso Cavour, collegherà piazza Roma in tre minuti e proseguirà il percorso su via Emilia “solo con svolte a destra, senza attraversamenti e senza semafori” riducendo i tempi totali di percorrenza e, quindi, intensificando la frequenza. Altre modifiche alla viabilità sono previste in piazza Roma con l’attraversamento consentito solo ai filobus, ma a maggiore distanza da Palazzo Ducale e a bassa velocità per ridurre gli effetti delle vibrazioni e rendere maggiormente sicuri i passaggi pedonali.

Persa la battaglia contro la pedonalizzazione - ormai approvata tra le opere pubbliche nel bilancio 2013 - i comitati e le Associazioni valuteranno ora il lavoro emerso da queste settimane di confronto e saranno poi richiamati dopo l'estate, entro ottobre, per proseguire il lavoro. Dopo che molti spigoli sono stati smussati, attenderemo le dichiarazioni di commercianti e residenti: verrà deposta l'ascia di guerra o si andrà verso nuove forme di protesta?

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Roma, in un documento le proposte di “conciliazione”

ModenaToday è in caricamento