rotate-mobile
Politica

Campus universitario all'Ottavo campale e spostamento del polo Conad tra le proposte di Luca Negrini per Modena

Il candidato di centrodestra ha citato anche il centro storico: dal recupero di piazza Matteotti ai minibus elettrici, all'illuminazione

Si è parlato principalmente di urbanistica, con proposte come la realizzazione di un campus universitario e lo spostamento del tanto discusso polo Conad, nell'incontro avvenuto questa mattina per presentare i punti fondamentali del programma elettorale di centrodestra con il candidato sindaco Luca Negrini. 

Partiamo dal polo logistico Conad: "Una delle prime promesse che abbiamo fatto è stata ai residenti della Sacca - ricorda Negrini -. Lavoreremo quindi per spostare il polo logistico a Cittanova, più vicino all’uscita di Modena Nord, in modo da non congestionare la città con i camion e non farli entrare in tangenziale. La vicinanza col Brennero potrebbe favorire anche il Conad in termini di costi e permetterebbe di dare una destinazione importante ad una zona, quella di Cittanova, che è sicuramente da sistemare. D’altra parte la soluzione deve essere attraente anche per il Conad, in questa ottica abbiamo pensato alla creazione di un social housing alla Sacca, dialogando con Conad per trovare la soluzione migliore per tutti. Un polo logistico di quelle dimensioni in città non è possibile, mentre vicino all’autostrada sarebbe più utile per tutti".

Il secondo intervento inserito nel programma elettorale nasce dal "grande fallimento in tema parcheggi, ovvero quello del Novi Park, voluto dalla Giunta uscente. Stiamo studiando come rescindere il contratto e lavoreremo per ripristinare l’area in modo che aumentino gli accessi al Novi Park, ma allo stesso tempo prevediamo un grande parcheggio multipiano in San Giovanni del Cantone per dare maggiore accessibilità al centro storico di giorno e di notte, per garantire un interscambio veloce, per facilitare l’accesso alla nuova Cittadella della Giustizia che sorgerà alla Manifattura Tabacchi", il commento di Negrini.

Il terzo e più grande progetto che si propone di portare avanti il centrodestra, rinominato ‘Mutina Campus’, è quello di "trasformare l'Ottavo campale nel più grande campus in città, con servizi e impianti sportivi, collegato al centro e al resto della città da ciclabili e servizi migliori di quelli attuali. Questo - continua Negrini - porterebbe ad un utilizzo diverso anche del parco Ferrari. Ciò che attualmente si trova all’Ottavo campale sarà spostato in via Minutara".

Il candidato ha poi citato "il polo sociale che sorgerà nella zona della Charitas e che dovrà garantire un lavoro fatto in sinergia tra Amministrazione, privati, associazioni ed enti" e il tema della 'bellezza' della città: "Cercheremo un posto in cui gli street artists potranno liberare la propria arte, studieremo invece sanzioni più severe per chi imbratta i muri". 

Ultima ma non per importanza, piazza Matteotti: "Vogliamo renderla più luminosa, bella e attrattiva. In passato sono state tolte le altalene perché ospitavano gli spacciatori, noi vogliamo togliere gli spacciatori e rimettere le altalene. Il centro storico sarà poi liberato dalle linee aeree dei filobus e sarà invece servito da minibus elettrici. La linea aerea è antiestetica. Sono tutti progetti che possono essere attuati e che daranno un indirizzo alla città per diventare una Modena del futuro”, ha concluso Negrini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campus universitario all'Ottavo campale e spostamento del polo Conad tra le proposte di Luca Negrini per Modena

ModenaToday è in caricamento