menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni Modena. Articolo UNO sigla il patto a sostegno di Muzzarelli

La forza di sinistra ricompone i malumori sorti negli ultimi mesi nel rapporto con il Pd e l'Amministrazione: "Diamo voce alla sinistra in un quadro di profonda transizione"

Articolo Uno - Mdp ha certifica con una nota stampa la sua adesione all'alleanza di centrosinistra a sostegno della candidatura di Gian Carlo Muzzarelli. Confermata dunque, come si paventava ormai da mesi, l'asse tra il Pd e il partito che in questi anni si è composto proprio grazie alle fuoriscite dai ranghi dem, impegnati nel tentativo non certo agevole di costituire un nuovo soggetto unitario di sinistra.

"Abbiamo segnalato l’esigenza di guardare alla Modena del futuro senza tradire l’esperienza amministrativa di una città che nella sua storia ha anticipato i tempi aprendo gli asili nido quando non c’erano, e favorendo il lavoro delle donne come dimensione essenziale per la propria autodeterminazione e riconoscimento sociale - spiega Articolo Uno - Abbiamo condiviso un programma all’altezza delle sfide della città nel segno della valorizzazione della coesione sociale e dello sviluppo economico e ambientale equilibrato. Portiamo nel programma e nella nostra proposta di governo della città politiche e azioni volte alla salvaguardia dei diritti dei lavoratori, sia privati che pubblici, al contrasto alla povertà, compresa quella dei lavoratori poveri, nuove idee sull'ambiente e sulla mobilità sostenibile, sulla difesa dei "beni comuni" a partire dalla intangibilità della natura pubblica e universale di sanità e scuola per finire al rilancio del ruolo strategico delle politiche culturali pubbliche".

Lo strappo modenese si è ricucito, per lo meno in fase elettorale, anche e soprattutto attraverso continui richiami all'avversario nazionale: "Portiamo il nostro contributo per un centro-sinistra rinnovato, capace di ricostruire la prospettiva di un’alternativa al governo nazionale contrastando e superando la stagione del governo giallo-verde che in pochi mesi ha acuito le difficoltà della nostra economia ed esasperato sentimenti sociali di paura e conflittualità. Adesso vogliamo contribuire ad offrire questo programma, integrato dalle nostre proposte specifiche, ai cittadini modenesi chiedendo il loro consenso il 26 maggio non soltanto per garantire l’elezione del candidato sindaco Gian Carlo Muzzarelli, ma anche consentire una rappresentanza nel prossimo Consiglio Comunale alla nostra lista e dare voce ad un punto di vista di sinistra in un quadro politico di profonda transizione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento