menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza covid.“Ore di attesa al telefono e sportelli CUP chiusi”, l’interrogazione al Consiglio dell’Unione del Sorbara

Da mesi gli sportelli del CUP sono chiusi e c’è chi rinuncia a prenotare perché non riesce a parlare con un operatore. Piccinini, Girotti Zirotti, Fantuzzi e Amicucci presentano un’interrogazione al Consiglio dell’Unione del Sorbara

“Questa lunga emergenza costringe i cittadini ad affrontare problemi pratici che pesano non poco nelle loro esistenze.” Affermano Sabina PICCININI – Gruppo Consiliare “Nuovo San Cesario“,     Cristina GIROTTI ZIROTTI ed Enrico FANTUZZI - Gruppo Consiliare “Lega per Salvini Premier” e  Modesto AMICUCCI - Gruppo Consiliare “Liberi di Scegliere”.

“Uno di questi- proseguono- è proprio la prenotazione di viste ed esami. Causa emergenza covid, gli sportelli del CUP del distretto di Castelfranco Emilia, al pari di tutti gli altri della provincia, da mesi sono chiusi, ricevono solo su appuntamento e solo per pratiche di assistenza di base. Questo evidentemente ha determinato un sovraccarico di telefonate al “numero verde” dell’USL al punto che la prenotazione di un esame o di una visita specialistica può divenire un vero e proprio calvario. In alternativa ci si può recare in farmacia o nei punti vendita della Coop dove però non tutte le prestazioni sono prenotabili. C’è sempre l’opportunità del web, il “CUPweb”, il Fascicolo sanitario elettronico, la app “ER salute”. Quanti però sono capaci di cavarsela in un sistema fatto di password, username, spid, credenziali FSE, CIE, CNS ? Siamo proprio certi che si tratti di una maggioranza?”

“Non sarebbe forse opportuno- si domandano i tre esponenti- potenziare il servizio di prenotazione telefonica tramite numero verde? Perchè non tutte le prestazioni sanitarie possono essere prenotate in farmacia o un punti vendita della Coop? E perché solo nei punti vendita della Coop si possono prenotare visite ed esami? Perchè non deve essere possibile farlo anche presso altre strutture commerciali? Ma soprattutto, perché in provincia di Modena i CUP sono chiusi mentre in provincia di Bologna sono aperti?”

“I nostri Gruppi Consiliari- concludono Piccinini, Girotti Zirotti, Fantuzzi e Amicucci-    hanno deciso di unire le forze e presentare un’interrogazione congiunta al Consiglio dell’Unione dei Comuni del Sorbara cui compete la gestione dei servizi sanitari del nostro distretto. E’ inaudito, oltre che moralmente inaccettabile, che qualcuno debba rinunciare ad una visita o ad un esame solo perché, dopo telefonate su telefonate, non è riuscito a parlare con un operatore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento