Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica Ponte Alto / Stradello Anesino Nord

Amianto alla Festa PD di Ponte Alto, depositato un esposto in Procura

Osservatorio nazionale amianto Onlus e M5S Modena chiedono di fare chiarezza sui materiali in eternit presenti fino a pochi mesi fa: "Prima di tutto vengono la salute e il rispetto per i cittadini. Chiediamo alle autorità di fare luce su una situazione oscura"

ONA Onlus Carpi Osservatorio Nazionale dell'Amianto ha depositato un esposto tramite il suo coordinatore locale Andrea Rossi, in merito alla segnalazione di rischio amianto presentata nel settembre 2014 alla Ausl competente da un privato cittadino, inerente all'area in uso per la festa del Partito Democratico in località Ponte Alto, a Modena. 

In quel documento si portava testimonianza dello stato di ammaloramento delle lastre di cemento-amianto costituenti la copertura dell'area adibita alle manifestazioni ludico-sportive. Nei documenti fotografici si evidenziavano numerose perforazioni causate da eventi atmosferici alle quali si sommavano varie fratture della superficie cementizia causate dalla vetustà dei manufatti, ed erano ben visibili i punti di gocciolatura in pertinenza delle perforazioni, segno del lungo tempo trascorso dalla grandinata; il grave stato di degrado veniva inoltre evidenziato paragonandolo alla copertura adiacente, quella del padiglione adibito a mostre, dove la grandine non aveva prodotto perforazioni. 

“Nonostante la segnalazione fatta ai responsabili della festa si alternarono varie manifestazioni sportive sotto quella struttura, partecipate da bambini e ragazzi, e da un folto pubblico assiepato sotto la linea di gronda della copertura dove con alta probabilità erano presenti numerose fibre d'amianto – scrive l'Associazione - Ci si chiede per quale motivo non si sia ritenuto opportuno adottare il principio di precauzione e sospendere gli eventi sotto quel padiglione evitando di esporre le famiglie alla fibra killer. Si osserva inoltre che le due coperture segnalate non risultano censite dalla mappatura degli edifici pubblici o aperti al pubblico come ordinato dal Piano Regionale Amianto, pertanto non è mai stata fatta una valutazione del rischio derivato dallo stato di conservazione né un piano delle azioni da intraprendere, per mitigare gli effetti della esposizione alle fibre dei volontari e dei visitatori del festival”.

Il tema era stato rilanciato a più riprese dal Movimento 5 Stelle di Modena, partito all'attacco dei democratici. Il Partito Democratico, dal canto suo, si è sempre detto conscio della situazione, ma anche sicuro che il degrado della struttura non comportava rischi per la salute, arrivando poi al definitivo smantellamento nell'agosto di quest'anno. Ora starà alla Procura della Repubblica verificare quanto accaduto nell'area della Festa de l'Unità e capire se esistano responsabilità penali di qualche tipo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto alla Festa PD di Ponte Alto, depositato un esposto in Procura

ModenaToday è in caricamento