rotate-mobile
Politica Spilamberto

Imu sulle cave, esposto alla Corte dei Conti per danno erarial

I consiglieri di minoranza di Spilamberto e San Cesario hanno presentato un esposto contro il rifiuto delle amministrazioni di incassare l'IMU sulle cave. Citati gli esempi di Villanova Mondovì (CN) e Flaibano (UD):" Perché da noi ancora tanta "cautela?"

 
Dopo la bocciatura delle mozioni presentate nei Comuni per l’applicazione dell’IMU sulle cave, si potrebbe ravvisare un danno erariale. Pertanto abbiamo presentato un esposto alla Corte dei Conti dell’Emilia Romagna a seguito delle informazioni ricevute dai Comuni da tempo applicano l’IMU sui terreni destinati ad attività estrattive. Il Comune di Villanova Mondovì (CN) applica alle cave di ghiaia il metodo dell’equiparazione ai “terreni edificabili ai fini fiscali”, incassando regolarmente il tributo già dal 2003 con un valore a metro quadro di 2,5 euro. Il Comune di Flaibano (UD) applica dal 2012 il valore di 5,5 € a metro quadro classificando le cave quali “zone per attività estrattive” e incassando regolarmente il tributo da due anni.

I due casi sopra esposti comprovano l’effettiva possibilità non solo di applicare l’IMU sui terreni di cava, ma anche di adottare il metodo proposto con le mozioni respinte, ovvero la tassazione con equiparazione a “terreni edificabili ai fini fiscali”, sulla base di un valore a metro quadro stabilito a discrezione della Giunta comunale. Spetta quindi a Sindaco e Assessori decidere se e quanto introitare dai cavatori.

"Questo dimostra così l’infondatezza delle argomentazioni addotte dalle Amministrazioni che si ostinano ad esonerare la categoria dal pagamento del tribut - spiegano Paola Forghieri della Lista Civica Spilamberto Libera e Responsabile e Sabina Piccinini della Lista Civica Nuovo San Cesari - A Spilamberto si “baratta” il pagamento dell’IMU con le opere compensative, a Modena ancora si discute se i cavatori debbano pagare o meno l’IMU! Inverosimili risultano le dichiarazioni dell’Assessore al bilancio del Comune di San Cesario, Zuffi, che nella seduta consiliare del 29 settembre 2014 ha dichiarato che: “…una disposizione regolamentare che preveda espressamente l’imposizione IMU dei terreni impiegati nell’attività di escavazione, sarebbe certamente illegittima”. Quindi secondo le convinzioni dell’Assessore Zuffi, i Comuni di Villanova Mondovì e Flaibano opererebbero in maniera illegale? Invitiamo l’Assessore del Comune di San Cesario, così come tutti gli altri Amministratori che ancora “tentennano”, a prendere contatti con gli “audaci” colleghi di questi due Comuni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu sulle cave, esposto alla Corte dei Conti per danno erarial

ModenaToday è in caricamento