rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Politica Polo Leonardo / Viale Leonardo da Vinci, 300

Scuole, il Municipio invaso dal Comitato "Giù le mani dagli asili"

Presentate 3800 firme di genitori contrari alle esternalizzazioni paventate dal Comune. Il Sindaco Pighi: "Costretti dalla legge di stabilità". Stasera, martedì 6 marzo, incontro all'Aula magna del Corni in via Leonardo da Vinci

Pianti, urla e qualche capriccio. Ad animare un pomeriggio di consiglio comunale più noioso del solito, ci hanno pensato ieri i bambini portati in Municipio dai genitori del Comitato "Giù le mani dagli asili": 3800 le firme portate da padri e madri contro le esternalizzazioni paventate dal Sindaco di Modena Giorgio Pighi e dall'assessore all'istruzione Adriana Querzè. "Abbiamo avuto una risposta eccezionale - ha riferito 'l'addetto alle relazioni esterne' del comitato Devrim Di Finizio - Davanti tutte le scuole modenesi, tanti genitori hanno condiviso le nostre preoccupazioni riguardo al futuro di asili e scuole materne". In effetti, ha di ché rallegrarsi, considerando il fatto che il comitato (presente anche su Facebook) si è costituito in maniera spontanea solamente il 25 febbraio scorso e in circa una decina di giorni ha raccolto tutte queste firme.

PREOCCUPAZIONI - Di Finizio ha espresso comprensione per "l'esigenza di risparmio" avanzata dal Comune di Modena, ma ha anche ricordato il principale timore dei genitori: "Temiamo che le esternalizzazioni possano avere risultati negativi in termini di qualità del servizio: "Vogliamo avere chiarimenti", hanno detto i genitori al Sindaco e all'assessore Querzè nell'incontro in sala di rappresentanza seguito alla dimostrazione durante il consiglio comunale con cartelli e palloncini. Chiarimenti, soprattutto riguardo al numero di scuole che dovrebbero "cadere" sotto la scure delle esternalizzazioni già a partire da settembre: "Prima erano due - ha ricordato sempre Di Finizio - Poi quattro e ora sette. Non capiamo se dietro ci sia un indirizzo politico o altro, le scuole non dovrebbero essere una voce di bilancio, ma un investimento per il nostro futuro".

LEGGE - Il Sindaco Pighi si è detto disponibile ad approfondire la questione e soprattutto a cercare una soluzione "che deve essere costruita assieme", dopo aver ricordato di aver egli stesso sollevato il problema durante l'ultimo Consiglio nazionale dell'Anci: "Non è una questione di risorse economiche e nemmeno di patto di stabilità - ha spiegato Pighi - sul problema incide invece la Legge di stabilità che consente di rimpiazzare solo il 20% dei dipendenti comunali in uscita". Dal canto suo, lo stesso assessore all'istruzione Querzè ha ricordato come il percorso sarà lungo e tortuoso: "Trovare una soluzione non sarà facile - ha detto - perché l'unico modo per arrivare a modificare la normativa è condurre una battaglia politica forte che deve vedere tutti uniti, senza divisioni". Unità che dovrà tradursi in concreta partecipazione nell'incontro convocato per stasera, martedì 6 marzo, all'Aula Magna dell'Iti Corni in via Leonardo da Vinci 300: "Per domani sera (stasera, ndr) abbiamo convocato un incontro con il coordinamento Consigli che rappresenta i genitori di tutte le scuole comunali di Modena".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole, il Municipio invaso dal Comitato "Giù le mani dagli asili"

ModenaToday è in caricamento