rotate-mobile
Politica Piazza Giacomo Matteotti

Il cantiere dimenticato, un nuovo compratore per l'ex cinema Odeon

L'assessora Vandelli ha preannunciato l'interesse di un nuovo soggetto per lo stabile che affaccia su piazza Matteotti, rispondendo all'interrogazione del consigliere Chincarini (Per me Modena). "Faremo di tutto perché i lavori vengano realizzati nel tempo più breve possibile"

“All’ex Cinema Odeon si sta profilando l’interesse all’acquisto e al completamento dell’intervento di un nuovo soggetto e si farà di tutto perché i lavori vengano realizzati nel tempo più breve possibile”. Lo ha detto l’assessora all’Urbanistica Anna Maria Vandelli nella seduta del Consiglio comunale di oggi, giovedì 18 giugno, rispondendo all’interrogazione di Per me Modena illustrata dal consigliere Marco Chincarini sul cantiere all’ex cinema Odeon.

Il consigliere ha evidenziato che “il degrado dell’area è evidente”, che “l'inizio dei lavori e le misure di sicurezza connesse hanno bloccato da oltre 7 anni, il tratto di marciapiede collocato di fronte all'ingresso dell'ex cinema”, che “un marciapiede non percorribile rappresenta una barriera architettonica per i disabili” e che “gli esercenti del lato interessato dal cantiere denunciano un calo di attività perché i passanti, non potendo percorrere il marciapiede, si allontanano e non transitano di fronte agli esercizi commerciali”. Chincarini ha quindi chiesto se l’Amministrazione intende “intervenire con urgenza sulla proprietà per accelerare la rimozione delle reti da cantiere e restituire alla zona interessata la percorribilità  del marciapiede”, oltre a “chiedere ai proprietari le loro reali intenzioni di realizzazione di un parcheggio in virtù del fatto che, nel frattempo, è stato realizzato  il grande parcheggio del Novi Park”.

L’assessora ha spiegato che l’Amministrazione sta facendo una ricognizione di tutti i cantieri interrotti e, più in generale, delle aree di degrado in città: “Anche per l’ex Cinema Odeon, così come per altre situazioni, stiamo incontrando i soggetti attuatori per aiutarli a trovare delle soluzioni affinché i cantieri vengano ultimati. Il Comune – ha proseguito – non ha strumenti se non quello delle ordinanze, che impongono alle proprietà il ripristino delle recinzioni dei cantieri e la messa in sicurezza”.

Vandelli ha ricordato come in città siano diverse le situazioni in cui “la crisi economica ha avuto ricadute su interventi di edilizia privata. Bisogna prendere atto che la crisi ci sta portando a una nuova situazione sociale ed economica che va affrontata – ha proseguito – una nuova concezione della società cui dovremo rapportarci. Per questa ragione stiamo monitorando le varie situazioni che per fortuna non sono di ampie dimensioni, come anche nel caso dell’ex Cinema Odeon, seppur posizionato in un’area importante della città”.

Nella replica, il consigliere Chincarini si è detto “preoccupato” per la risposta: “Quello dell’ex Cinema Odeon è un film che comincia nel 2001”, ha proseguito. “Questo problema si conosce da tempo e la risposta che viene data oggi è che sono stati contattati altri soggetti interessati e il cantiere potrebbe essere riaperto non si sa per quanto tempo ancora. Chiedo – ha concluso – che venga restituito ai modenesi un marciapiede e un pezzo di città pulita”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cantiere dimenticato, un nuovo compratore per l'ex cinema Odeon

ModenaToday è in caricamento