rotate-mobile
Politica Viale Ciro Menotti

Ex Fonderie, il Comune abbandona ogni progetto di riqualificazione

"Finiti i soldi". L'ammissione è arrivata da parte dell'assessore Gabriele Giacobazzi che ha risposto alle interrogazioni di Sandra Poppi (M5s) e Sandro Bellei (Pdl) riguardo il futuro della zona

Le ex fonderie di Modena non saranno riqualificate. L'area, un ex fabbrica costruita nel 1938 e ora dismessa già dagli anni '70, è di proprietà del comune dall' 82. Numerosi progetti previsti ma sempre saltati. Nel maggio del 2011 venne a fare un sopralluogo il biker di Striscia la notizia, Brumotti. L’assessore Daniele Sitta lo aveva ricevuto assicurandogli che nel giro di 3-4 anni si sarebbe realizzata una struttura dedicata all'arte, ricerca e design. Ad oggi è tutto annullato.

“Sono venuti meno i presupposti economici per quelle destinazioni pubbliche a cui le Ex Fonderie erano destinate, ha spiegato l'assessore Giacobazzi durante il consiglio comunale: “il Dast (l'istituto di design, arte, scienze e tecnica) che avrebbe dovuto trovare all'interno dell'edificio la sua sede è stato sostanzialmente abbandonato dall'università di Modena che avrebbe dovuto realizzarlo e all'interno dell'area non sono previste strutture private che potrebbero dare un aiuto economico”. “Il Comune ha chiesto finanziamenti al Piano nazionale per le città, conclude Giacobazzi, che però valorizza i progetti già pronti alla realizzazione e per ora non è stato concesso. Anche se il bando non è ancora chiuso e noi speriamo che per questo o per l'ex Amcm ci sia un finanziamento”.

È anche vero che l’area occupata dall’edificio delle ex-fonderie ha sempre destato dubbi per la forte presenza di amianto e materiale contaminato ma nonostante questo non si è mai proceduto con una bonifica. Giacobazzi, durante il consiglio, ha risposto a diverse domande in merito e a quelle sui fondi erogati e spesi: “Il parcheggio di via Santa Caterina faceva parte di un progetto più ampio di riqualificazione della zona finanziato dalla Regione Emilia Romagna e dal Comune per un importo di 6 milioni di euro di cui sono stati utilizzati 258mila per parcheggio, i progetti di trasformazione dello stabile sono costati 94 mila euro per il progetto partecipativo, 66mila euro per il bando, 80mila euro per il piano recupero 249mila euro per la bonifica dall'amianto e 5mila euro per le indagini ambientali”. Gli assessori hanno, tuttavia, chiesto ancora proposte di progetto per l’area delle ex-fonderie. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Fonderie, il Comune abbandona ogni progetto di riqualificazione

ModenaToday è in caricamento