rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Politica Madonnina / Via Vittorio Alfieri

Crac del Consorzio Fit, i fondi regionali non salvano dal fallimento

Il Tribunale ha dichiarato fallito il consorzio "Formazione e innovazione tecnologica" di Modena, finanziato dalla Regione e partecipato anche da enti pubblici. Tommaso Foti (FdI-AN) chiede lumi sui fondi pubblici

Un consorzio fallito nonostante il sostegno della Regione alle sue attività. Ne parla in un'interrogazione alla giunta Bonaccini il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Tommaso Foti. In ballo c'è il consorzio "Fit" ("Formazione e innovazione tecnologica") di Modena, per il quale nell'atto si chiede a quanto ammontano i finanziamenti, suddivisi anno per anno, che viale Aldo Moro ha erogato "a qualunque titolo" fino ad oggi. Foti segnala che nei confronti del consorzio "risulta pronunciata una sentenza di fallimento" datata 21 gennaio 2016 e che "alcuni creditori avrebbero presentato un esposto alla Procura di Modena per denunciarne le inadempienze, come il mancato pagamento di 100.000 euro per attività di insegnamento regolarmente prestate negli ultimi due anni". 

Lo stesso Fit, aggiunge il consigliere regionale, avrebbe beneficiato di contributi regionali per la realizzazione di vari progetti e per avere organizzato corsi di formazione professionale gratuiti nel settore dell'automazione industriale e della ricerca nel campo delle scienze naturali e dell'ingegneria, ricorrendo per l'attività di docenza all'utilizzo di liberi professionisti. 

Ma Foti, piacentino, si dice preoccupato anche per la partecipazione al consorzio modenese della cooperativa "Tutor", di cui sono soci i Comuni di Piacenza e Fiorenzuola d'Arda ciascuno al 50%. "I fatti dimostrano che l'aver mantenuto questa partecipazione" si è rivelata "una scelta del tutto dannosa, almeno sotto il profilo economico", incalza ancora Foti, che quindi suggerisce: "I soci dovrebbero seriamente valutare l'opportunità di avviare l'azione di responsabilità nei confronti degli amministratori". In particolare, il consigliere vuole sapere "quali verifiche" abbia disposto la Regione sull'effettivo svolgimento delle attività finanziate e se siano stati attivati "monitoraggi contabili e finanziari".

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac del Consorzio Fit, i fondi regionali non salvano dal fallimento

ModenaToday è in caricamento