rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Politica

Farmacie Comunali, il comune riapre il bando e attende al varco la Fondazione

Muzzarelli prepara le contromosse e rilancia la vendita delle azioni, sicuro che questa volta la Fondazione CRMO darà seguito ai “consigli per gli acquisti”. Il sindaco: “Garantiremo gli investimenti previsti”

"Il Comune di Modena garantirà la realizzazione di tutti gli investimenti previsti, a cominciare da quelli sulle scuole, come le Mattarella e il Sigonio". Lo assicura oggi il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli. Parlando alla 'Dire', il sindaco dice che intende tenere la barra dritta nonostante l'asta deserta sulle azioni delle farmacie, andata in scena martedì mattina in municipio. Di piu': Muzzarelli ora vuole accelerare sul bando farmacie riaprendolo già tra qualche settimana, e garantendo che i ritardi sugli investimenti a causa del primo flop, inevitabili, saranno contenuti al minimo.

In tutto questo, non può mancare qualche frecciata al presidente della Fondazione Cassa di Risparmio Andrea Landi, 'reo' di aver sgambettato la giunta sull'operazione farmacie non presentando col suo ente alcuna offerta nonostante i desiderata di Muzzarelli (che però scommette già sull'acquisto da parte del prossimo Cda di via Emilia Centro, in sella da settembre-ottobre). Se la Fondazione è stata un bancomat non ce ne siamo accorti, taglia corto il sindaco. "Il piano investimenti è triennale- ricorda il primo cittadino- e la mancata vendita delle Farmacie con questo primo bando può, al più, determinare qualche piccolo ritardo su alcuni interventi. Ma stiamo lavorando per ridurli al minimo".

Certo, avere una Fondazione 'contro' non è il massimo. "In questi giorni viene sollevato da piu' parti il tema del rapporto tra Comune e Fondazione Cassa di risparmio. è vero, sarebbe sbagliato pensare che quello sia il bancomat di piazza Grande, ma mi pare che non corriamo questo pericolo, anzi…", è il sarcasmo di Muzzarelli. Che guarda già al prossimo Cda, il primo ad insediarsi con la giunta Muzzarelli in municipio (al sindaco-presidente della Provincia spetteranno ben sei nomine in Consiglio di indirizzo): "Il Comune ha sempre proposto alla Fondazione interventi nell'interesse della città e la Fondazione è sempre stata, è e continuerà a essere uno dei principali protagonisti delle scelte negli investimenti necessari, soprattutto nei settori dello sviluppo, della scuola, della cultura e della promozione del territorio. E questa è una prospettiva- insiste Muzzarelli- ampiamente condivisa".

E "il bando per le Farmacie lo riapriremo nel giro di poche settimane. Voglio dare il via libera in giunta prima di partire per alcuni giorni di vacanza", rilancia Muzzarelli. Dunque, il bando sarà fuori in agosto e scadrà a settembre, proprio mentre i vertici della Fondazione verranno rinnovati.

(DIRE)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacie Comunali, il comune riapre il bando e attende al varco la Fondazione

ModenaToday è in caricamento