rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Politica

Temple Bar di Sassuolo, Buffagni (Pdl): "Dal Pd fandonie sulla festa di fine anno degli studenti"

La delegata all'organizzazione eventi del Progetto Giovani risponde ai democratici in merito alle accuse di festa "alcolica" organizzata per i giovani al Temple Bar con un dettagliato resoconto delle spese sostenute

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Speravo di non dover intervenire sulla polemica sollevatasi sulla festa di fine anno degli studenti ma gli sproloqui che ho letto nelle ultime ore mi costringono a fare chiarezza. Vorrei essere il più sintetica possibile, non tanto per dare adito a queste polemiche, anzi fandonie, millantate dal PD, piuttosto perchè se fossi un genitore ci terrei a sapere cosa in realtà e’ avvenuto alla festa a cui mio figlio ha partecipato. Al forum del Progetto Giovani tenutosi al Temple Bar diversi mesi fa ci e’ stato chiesto di organizzare una festa di chiusura delle scuole. In quanto delegata per l’organizzazione degli eventi del Progetto Giovani ho “colto la palla al balzo”. A quel forum sono susseguite diverse riunioni e convocazioni con i rappresentanti degli studenti, assolutamente fondamentali per la realizzazione del progetto. In quelle sedi, e aggiungo in modo condiviso, abbiamo cercato la formula migliore che potesse consentire loro di divertirsi e potesse permettere a noi del Progetto Giovani di creare un evento che rispecchiasse le loro esigenze e che allo stesso tempo fosse “salutare”.

 
I ragazzi hanno poi chiesto, sempre in quelle sedi, di autofinanziarsi in parte la festa ed e’ nata l’idea del braccialetto identificativo (al prezzo di 2 euro, con suddivisione tra maggiori e minori di 16 anni) che gli permetteva di avere lo sconto di un euro su tutte le bevande analcoliche, su una birra piccola e ad un prezzo convenzionato per gnocco e tigelle. Sono stati i ragazzi stessi a scegliere come location il Temple Bar in quanto luogo più idoneo per abbassare i costi stessi dell’evento (non credo che serva una laurea in ingegneria aerospaziale per capire che creare una festa del genere in un parcheggio, senza strutture e senza corrente elettrica, sarebbe stato sicuramente più gravoso, soprattutto perchè avremmo avuto pochissimo tempo a disposizione.
 
La festa era prevista, inizialmente, per domenica 12 giugno, il giorno dopo la chiusura delle scuole, poi spostata al mercoledì successivo per le condizioni climatiche avverse). Ho provveduto a rendere pubblici gli investimenti che io personalmente ho fatto con i soldi degli studenti, mettendo scontrini e ricevute a disposizione degli uffici in modo che chiunque avesse perplessità sul mio operato potesse controllare.
Sono stati spesi 451,80 euro per i diritti SIAE e 222,00 euro per i bracciali identificativi.
 
Ho poi personalmente scelto di dare un rimborso spese simbolico al presidio dell’ambulanza “Il Tulipano” di euro 100 e altrettanti ai VOS, i quali hanno presidiato la zona dall’inizio della festa fino a tarda notte per garantire a tutti i ragazzi maggiore sicurezza sotto tutti i punti di vista (rimangono 8, 20 cent di euro che ho chiesto ai ragazzi come preferivano impiegare, vista l’esigua entità). La spesa più alta e’ stata sostenuta dall’amministrazione per il service (per i non addetti ai lavori parliamo dell’amplificazione musicale, luci etc. del palco in cui si sono esibite 7 band e 5 dj delle scuole stesse) di euro 550 . Non sono stati noleggiati bagni chimici per mia scelta in quanto, sempre per abbattere i costi, ho preferito aprire tutti i bagni della struttura del Temple Bar (per un totale di tre, bagno per disabili compreso).
 
Vorrei proprio sapere quali sono le “attrezzature carenti” di cui parla tanto il PD. Da musicista posso dire che a 16 anni avrei “dato un braccio” per avere un palco così per potermi esibire davanti ai miei amici! Anzi, nessuno si era mai gravato dell’onere di organizzare un evento del genere. Che fine hanno fatto le Politiche Giovanili del PD? Non se ne vede nemmeno il fantasma! Personalmente lavoro a questo progetto da marzo e mercoledì scorso ho fatto ben 16 ore di filata di allestimenti e sentir parlare di strumentalizzazione da parte nostra, e in questo caso mia in quanto rappresentante del Progetto Giovani mi fa accapponare la pelle. Senza i rappresentanti degli studenti non sarei mai riusciti ad organizzare una festa cosi ben riuscita, sono stati fondamentali ed e’ stata anche mia premura ringraziarli.
 
Altro mito da sfatare, le Associazioni. Sono state contattate dagli uffici dell’assessorato alle Politiche Giovanili e da me personalmente. Alcune erano presenti, attive e propositive, nonostante la difficoltà per il fatto che fosse un giorno lavorativo. Ci terrei anche a sottolineare, giusto per trasparenza ed onestà intellettuale, che tutte le ore passate negli uffici o al telefono con e per i ragazzi, sono state a titolo gratuito. Non ho percepito ne’ rimborsi spese, ne’ “contentini” da nessuno. E dico anche che per fortuna che ci sono ancora persone che come me credono nei valori della politica, nella responsabilità dei ruoli che ci sono stati assegnati e nell’etica che vi soggiace, nella politica sul territorio, nella politica dei fatti. Non amo perdere tempo in battibecchi politici, se realmente c’erano carenze nell’organizzazione chiedo venia, sono comunque alle prime armi e assolutamente a disposizione per eventuali modifiche e migliorie a quella che, ricordiamoci bene, anzi, ricordiamolo al PD, e’ il “numero zero” di un evento che mi auguro avrà seguito.
 
Che piaccia o no all’opposizione, il Progetto Giovani dell’amministrazione Caselli ha grinta da vendere e sta lavorando come mai nessuno aveva fatto a Sassuolo. Capisco che possa dare fastidio vedere l’ottenuto successo proprio in quello in cui il PD aveva fallito (non c’e’ bisogno che ricordi che fine fece l’assessorato in mano a Fiori), ma accusarci addirittura di strumentalizzazione e’ da dilettanti. Chiudo dicendo che non ho intenzione, come organizzatrice di eventi del Progetto Giovani, di vedere la mia città ridotta a un dormitorio come lo e’ stata in passato e continuerò, finchè il mandato me lo consentirà, ad organizzare eventi per noi ragazzi, perché, se posso essere del tutto sincera, ce lo meritiamo!
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Temple Bar di Sassuolo, Buffagni (Pdl): "Dal Pd fandonie sulla festa di fine anno degli studenti"

ModenaToday è in caricamento