Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Festa in centro e critiche dalla Lega, Muzzarelli valuta la querela

Scontro con il Carroccio per la festa che sabato ha visto anche la partecipazione di Muzzarelli per la raccolta fondi a favore di Ness1 Escluso

foto di repertorio

Tensione fra il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e il gruppo della Lega Modena, che lo accusato ieri di aver fatto festa una sera in un locale del centro senza mascherina. Il sindaco, a quanto riferisce l'agenzia Dire, starebbe valutando se procedere per vie legali per il contenuto considerato diffamatorio della nota del capogruppo leghista, Alberto Bosi. Bosi aveva definito il primo cittadino un "pessimo esempio per la comunità”, puntando il dito contro gli assembramenti senza mascherina nel corso dell'evento mondano. Lo stesso responsabile provinciale del Carroccio, Davide Romani, aveva anche chiesto le scuse del sindaco per il suo atteggiamento "festaiolo".

Intanto l'organizzatore della serata, Fabio Galvani, interviene sulla questione con un post oggi, nel quale si conferma che il sindaco si è fermato solo un quarto d'ora quella sera, al termine del concerto in Accademia di Ologramma, che tutti erano all'aperto e che anche a Muzzarelli, comunque, è stato controllato, e "giustamente", il Green Pass. Galvani conferma inoltre che si è trattato di "una cena benefica per raccogliere fondi a favore di Ness1 Escluso, l'ente del terzo settore che ho creato cinque anni fa e che permette a oltre 100 ragazzi con disabilità cognitive di praticare attività sportiva in modo totalmente gratuito". Insomma, è stata "una straordinaria occasione per i ragazzi di benessere, socializzazione e inclusione", insiste l'organizzatore, che in un altro post era già tornato a lodare la serata in questione così: "Oggi è un marciapiede libero, ma ieri sera c'erano 12 tavoli strapieni e ognuno di essi aveva un microfono a disposizione per cantare. È stato bellissimo e, almeno per me, un format nuovo azzeccato in pieno. Abbiamo cantato di tutto dai Ricchi e Poveri a Blanco. Da rifare".

In tutto questo, un passo indietro arriva anche da Bosi, che precisa rispetto a quanto diffuso ieri nel proprio comunicato: "A seguito della nota stampa di ieri, relativamente alla festa di sabato scorso che ha visto la partecipazione del sindaco Muzzarelli, vorremmo specificare per correttezza che il primo cittadino non ha ballato, come erroneamente scritto nel precedente comunicato, in quanto vietato dalle normative, seppur abbia partecipato all'evento senza protezioni in mezzo alla gente". È "una precisazione che ci è sembrato doveroso fare", rimarca oggi il capogruppo leghista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa in centro e critiche dalla Lega, Muzzarelli valuta la querela

ModenaToday è in caricamento