menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

File e lunghe attese ai punti vaccinali, FdI e Lega in pressing

Interrogazione dei consiglieri regionali Barcaiuolo e Bargi dopo le difficoltà emerse nella giornata di ieri, in particolare a Fiorano e Vignola. “Servono tensostrutture per riparare gli anziani”

La Regione Emilia-Romagna intervenga per migliorare la gestione dell'hub vaccinale di Fiorano, in provincia di Modena, dopo le file di anziani in coda. Lo chiedono in pressing Fdi e Lega, interrogando la giunta dopo i recenti disagi locali. Il consigliere Michele Barcaiuolo (Fdi) ricorda che "da qualche settimana si verificano lunghe file, anche grazie all'entusiasmo della popolazione anziana per la somministrazione di un vaccino che ad oggi pare essere la sola via di uscita da questa emergenza sanitaria". 

Lunghe file, prosegue Barcaiuolo nel suo atto, "di cittadini non più giovani che, anche a causa dell'ondata straordinaria di bel tempo di questi giorni, si trovano costretti ad attendere sotto il sole e al caldo, soprattutto per gli appuntamenti della tarda mattina e primo pomeriggio: forse a causa anche di questo caldo improvviso molti utenti si recano all'hub vaccinale con largo anticipo, sperando di poter anticipare il loro orario di prenotazione. Ci risulta, infatti, che infermieri e volontari rispettino l'orario di arrivo più che quello di prenotazione fornito dall'Ausl". 

Barcaiuolo interroga la giunta per sapere quindi "se non ritenga di intercedere presso l'Ausl di Modena affinche' nell'hub di Fiorano Modenese vengano previste e installate strutture ombreggianti o tensostrutture che possano riparare dal sole e dal caldo i cittadini in fila, in attesa della somministrazione, e se non ritenga di informare l'Ausl Modena del fatto che molti utenti, in tutta la provincia, non rispettano l'orario di prenotazione, creando cosi' confusione e assembramenti. Un sollecito da parte dell'operatore telefonico al momento della prenotazione potrebbe gia' essere un primo incentivo a non presentarsi prima del dovuto".

Intanto, anche il consigliere regionale Stefano Bargi (Lega) chiede alla giunta "perche' sia stato predisposto un solo centro vaccinale per l'intero distretto ceramico" e se intenda attivarsi con l'Ausl "per organizzare in maniera più oculata la vaccinazione al centro di Fiorano, rimodulando gli orari ed evitando file e disagi alla popolazione anziana". Bargi ricorda che ci sono state "code interminabili" al centro vaccinale del distretto ceramico, "che raccoglie 100.000 abitanti". 

(DIRE)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, 1.151 nuovi positivi in regione. Modena prima provincia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento