rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica San Prospero

San Prospero: protesta contro le buche stradali e la segnaletica mancante

Finalmente SanProspero attacca l'Amministrazione Comunale sullo stato delle arterie stradali e chiede nuovi investimenti e non soluzioni posticce: "Sindaco e Giunta unici responsabili di questo stato"

Principi di voragini e buche profonde provocate dalla stagione ma anche dall’incuria nella manutenzione delle strade del capoluogo, ma soprattutto di accesso alle frazioni. Questa la denuncia del gruppo civico Finalmente SanProspero, preoccupato dall’alto rischio che i cittadini corrono nel circolare con auto, moto e biciclette per le strade del territorio comunale.

“Nonostante ripetute segnalazioni verbali fatte al Sindaco – si legge nella nota – riguardo lo stato della viabilità e l’incuria nella manutenzione stradale e la mancanza di una benché minima pianificazione circa gli interventi da eseguire, ancora non è cambiato nulla. Anzi, data la scarsa qualità degli interventi di sistemazione che vengono di volta in volta adottati pare che per due buche che vengono sistemate se ne riformino immediatamente tre al primo evento atmosferico leggermente più grave del solito”.

“Stessa sorte riguarda la cartellonistica stradale e lo stato di manutenzione della segnaletica: possibile che se un cartello viene divelto o se si forma una buca, senza una segnalazione scritta di un cittadino, non si provveda alla sistemazione o almeno alla temporanea e idonea segnalazione? Possibile che non si possa verificare tempestivamente lo stato di strade e cartellonistica e prevenire con interventi mirati e idonei cercando di evitare sempre l’emergenza?”

“A tutti questi interrogativi noi rispondiamo senza ombra di dubbio: sì! É possibile – prosegue la nota di Finalmente SanProspero - pianificare e richiedere per tempo contributi alla sicurezza delle strade: il compito che spetta ad una amministrazione lungimirante e tecnicamente preparata è proprio questo. Perché interventi mirati, tempestivi e idonei tecnicamente possono si costare di più nel breve periodo ma garantiscono sicurezza e durabilità che portano il costo economico e l’abbattimento del rischio nel medio/lungo termine verso considerazioni estremamente positive e vantaggiose".

“Altra considerazione non meno importante riguarda gli importi delle tasse pagate dai cittadini che inglobano anche una percentuale da destinarsi alla manutenzione stradale: riteniamo un diritto dei cittadini ad avere strade sicure, segnaletica verticale e orizzontale efficiente e in buono stato ma soprattutto un dovere degli amministratori garantire viabilità e percorribilità sicure e degne di un comune italiano. Potremmo anche destinare gli introiti provenienti da multe alla manutenzione stradale, ripristinando il sacrosanto principio della contribuzione al mantenimento del bene pubblico e non al ripianamento del bilancio, spesso con previsioni in eccesso”.

“Come associazione – si legge in conclusione – riteniamo l’amministrazione e il Sindaco principali responsabili dello stato in cui si trova la viabilità e, al verificarsi di sinistri, li riterremo quali unici colpevoli non esitando a difendere i cittadini che, speriamo mai, ne saranno coinvolti: la sicurezza dei cittadini on deve mai mancare nel pensiero degli amministratori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Prospero: protesta contro le buche stradali e la segnaletica mancante

ModenaToday è in caricamento