Venerdì, 6 Agosto 2021
Politica

Manifestazioni in centro, il 2 Giugno post elettorale non scalda le piazze modenesi

Nella giornata festiva entusiasmo scarso o assente sul fronte della politica: le due manifestazioni modenesi di questa mattina volute da M5S e sinistra non lasciano il segno

C'è il caldo di un sabato di piena estate in centro storico a Modena, ma non certo il calore della passione politica. Questa mattina, infatti, sono passate in archivio con interesse scarso se non nullo da parte dei cittadini le due manifestazioni delle forze politiche sul dibattito aperto in questi giorni nella difficile trattativa tra il Quirinale e i partiti. Al Sacrario della Ghirlandina si riunivano le associazioni resistenti insieme a sindacati, Pd E LeU, per rivendicare la centralità della Costituzione e esprimere solidarietà al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Un centinaio di persone ha preso parte al comizio, in maggioranza esponenti del Partito Democratico cittadino e provinciale, amministratori locali ed esponenti delle associazioni promotrici. La manifestazione no ha attirato grande interesse da parte delle "basi", complice un tema controverso e in evoluzione talmente rapida da creare non poco disorientamento.

Ancora peggio è andata, paradossalmente, alla forza politica vincitrice dell'ultima contesa elettorale. Piazza XX Settembre ha accolto infatti appena una ventina tra attivisti e portavoce del Movimento 5 Stelle, che aveva allestito un palco per rivendicare #IlMioVotoConta, sulla scorta della manifestazione romana. La protesta è però sfumata nel giro di 48 ore con la nascita del governo giallo-verde, riducendo il presidio modenese ad un semplice ritrovo di una manciata di militanti locali, al netto del pullman partito per la Capitale.

IMG_1205-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazioni in centro, il 2 Giugno post elettorale non scalda le piazze modenesi

ModenaToday è in caricamento